Sergio Mattarella

Ultimi contenuti per il percorso 'Sergio Mattarella'

«Compito delle forze vive lungimiranti è di tenere sempre viva l’attenzione sulle conseguenze delle scelte di oggi e di contrastare il campo corto di chi rinuncia ad alzare lo sguardo e progettare il futuro». È quanto ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio alla presidente del Meeting per l’amicizia fra i popoli, Emilia Guarnieri, per l’apertura della XXXVIII edizione della kermesse in corso da ieri alla Fiera di Rimini. 

«Oggi ricordiamo Paolo Borsellino non perché è stato assassinato ma perché ha vissuto in maniera autentica il suo servizio allo Stato, con coraggio, dedizione e tenacia, facendo della mitezza d’animo uno dei suoi punti di forza». Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, presiedendo il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura dedicato al ricordo di Paolo Borsellino, a 25 anni dalla strage di via d’Amelio.

«La data del 27 giugno, ricorrenza della strage di Ustica, resta impressa nella coscienza del Paese come un evento tragico e come una ferita sempre aperta, per le vite spezzate, per le indicibili sofferenze dei familiari, e per il vulnus alla sensibilità civile e democratica del nostro popolo». È quanto scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio nella ricorrenza della strage di Ustica.

Per rispondere a problemi e sfide come il terrorismo internazionale, le migrazioni e la disoccupazione giovanile, l’Italia e l’Europa devono puntare sulla cooperazione internazionale, sull’alleanza di sinergie e iniziative e rafforzare i legami tra la gente e le istituzioni. Lo ha sottolineato Papa Francesco nella sua visita al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella nel palazzo del Quirinale. 
Dopo gli onori militari e l’esecuzione degli inni, il Papa e il presidente italiano, ricevuto in Vaticano il 18 aprile 2015, poco dopo la sua elezione, hanno avuto un colloquio privato nello studio presidenziale.

«Dopo aver partecipato a questo incontro, mi sarebbe difficile immaginare un battesimo migliore con cui iniziare il servizio affidatomi come Presidente della Conferenza episcopale italiana». Così il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, commenta a caldo la visita ufficiale di Papa Francesco al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.