Ebrei

Ultimi contenuti per il percorso 'Ebrei'

«Acqua, risorsa e problema» è il tema della Due Giorni di incontri e convegni a Pitigliano e Sovana il 26 e 27 novembre prossimi, nell’ambito del Progetto Culturale Pitigliano-Gerusalemme, che vede insieme Diocesi di Pitigliano – Sovana – Orbetello, Comuni di Pitigliano e Sorano, Ambasciata di Israele in Italia, Associazione La Piccola Gerusalemme di Pitigliano, Associazione Italia-Israele della Maremma, Museo di Palazzo Orsini di Pitigliano.

Mancano tre mesi al Giorno della memoria 2018 e in Toscana iniziano i corsi di aggiornamento per gli insegnanti delle scuole superiori. Partono domani, 24 ottobre – a Firenze, Livorno, Siena e e Viareggio – e si parlerà di discriminazione e persecuzione nell'ottantesimo delle leggi antisemite che il 5 settembre 1938 furono firmate proprio in Toscana, alla villa del Gombo nella Tenuta di San Rossore a Pisa.

“Nel corso degli ultimi decenni ci siamo potuti avvicinare, dialogando in modo efficace e fruttuoso; abbiamo approfondito la nostra conoscenza reciproca e intensificato i nostri vincoli di amicizia”. Sono le parole che Papa Francesco ha rivolto ai rappresentanti della Conferenza dei Rabbini Europei, del Consiglio Rabbinico d’America e della Commissione del Gran Rabbinato d’Israele, in dialogo con la Commissione per i Rapporti religiosi con l’Ebraismo della Santa Sede, e ricevuti in udienza. Un cammino fecondo inaugurato con la dichiarazione conciliare Nostra aetate, “magna charta” del dialogo col mondo ebraico, e rinsaldato dal documento consegnato oggi al Pontefice, “Fra Gerusalemme e Roma”.

Presentato al Papa il documento «Tra Gerusalemme e Roma – Riflessioni sui 50 anni dalla Nostra Aetate» che una delegazione formata da tre delle principali istituzioni rabbiniche internazionali. È la prima volta che l’ebraismo ortodosso fa un documento ufficiale in risposta non solo a Nostra Aetate ma alla storia di dialogo con il mondo ebraico che il documento conciliare ha messo in movimento.

Si è conclusa al Villaggio «La Vela» di Castiglione della Pescaia l'esperienza del Campo internazionale, promosso come ogni anno dall'Opera «La Pira» e al quale hanno preso parte un centinaio di giovani di fedi e culture diverse. In un documento finale i giovani hanno sintetizzato le riflessioni maturate in questi dieci giorni di vita comunitaria.