Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

In dirittura d'arrivo gli otto decreti legislativi attuativi della legge 107/2015 sulla «Buona scuola» che dovranno essere emanati entro il 17 aprile, ma per le associazioni rappresentative della scuola paritaria gli attuali schemi mettono a rischio la parità e l'effettiva libertà di scelta delle famiglie. La parola a Fism, Agesc e Fidae.

Sono circa 60 le scuole dei comuni di Prato, Montemurlo, Vaiano e Vernio, che hanno aderito alla raccolta di prodotti, alimentari e non, promossa per il secondo anno dalla Consulta degli studenti della Provincia di Prato per sostenere l’Emporio della solidarietà della Caritas e della mensa dei poveri «Giorgio La Pira». 

Le porte di parrocchie, oratori, associazioni sportive, servizi per i poveri o gli anziani, archivi, musei e raccolte d’arte sacra si aprono agli studenti della Toscana. È stato siglato oggi dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Domenico Petruzzo e dal cardinale Giuseppe Betori, presidente della Conferenza episcopale toscana (Cet), un protocollo di intesa di durata triennale – rinnovabile per un successivo triennio – per la promozione dell’alternanza scuola-lavoro nelle scuole della regione.

Dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato sul ricorso presentato da alcuni docenti e genitori bolognesi, che nel 2015 si erano appellati contro una delibera che autorizzava le benedizioni pasquali a scuola. Il commento di Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte costituzionale: «Sentenza orientata dal buon senso», che «riconosce principi pienamente condivisibili» e «una laicità attiva della scuola».

«L’appello del Papa è importante sotto tutti i punti di vista, con quel suo insistere ripetuto come a sollecitare il consenso dei ragazzi». Lo dice al Sir Daniele Manni, il docente di informatica che è l’ispiratore di «MaBasta», iniziativa nata oltre un anno fa tra gli studenti dell’istituto Galilei-Costa di Lecce per opporsi al fenomeno del bullismo.