Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

«Vorremmo esprimere la nostra preoccupazione» in merito «alla proposta di ridurre il numero di ore dedicate alla religione e all'etica nelle Scuole europee». Un gruppo di eurodeputati firma oggi una lettera - inviata alle massime autorità organizzative e didattiche dei 14 istituti scolastici presenti in 7 Paesi e principalmente rivolti ai figli dei dipendenti delle istituzioni Ue (24mila allievi) - per segnalare alcuni dubbi in merito alle decisioni che potrebbero essere assunte dal Consiglio superiore nella seduta che si apre oggi a Bruxelles per concludersi il 18 aprile.

Un'indagine conoscitiva sui modelli di gestione in Toscana dell'educazione per i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, nella quale si mette anche a confronto la realtà toscana con quella di altre esperienze regionali. è quanto proposto dalla commissione Cultura, presieduta da Nicola Danti (Pd) all'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, che dovrà approvare o meno la possibilità di farla svolgere alla commissione.

«Nell'attuale crisi, che ha radici antropologiche e non solo economiche, le nuove generazioni rischiano di pagare il prezzo più alto perché su di loro si riversano maggiormente le incertezze che segnano la nostra epoca». È quanto si legge nel messaggio della presidenza della Cei per l'89ª Giornata per l'Università Cattolica, in programma il 14 aprile sul tema: «Con le nuove generazioni oltre la crisi».

Il convegno «Scuole Fism e prove di parità - Bambini, Famiglie e Scuole Paritarie - La Rete Federazione Italiana Scuole Materne protagonista del Sistema Regionale di Istruzione in una prospettiva di reale sussidiarietà» domani, sabato 23 marzo alle 9, radunerà oltre 600 rappresentanti del mondo delle scuole cattoliche toscane al Convitto della Calza, in piazza della Calza a Firenze. Interventi dell'arcivescovo di Firenze Card. Giuseppe Betori e del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

Saranno prontamente recuperate e messe in sicurezza due scuole, una media e una elementare, situate rispettivamente nei comuni di Piazza al Serchio e Coreglia Antelminelli, danneggiate dal sisma del 28 gennaio scorso. L’intervento sarà svolto dai rispettivi Comuni con il sostegno della Regione Toscana che potrà arrivare fino al 50% dell’importo necessario, stimato in circa 4 milioni di euro.