Spettacoli

Ultimi contenuti per il percorso 'Spettacoli'

Firenze ricorda Paolo Poli, il suo genio, la sua storia e la sua arte al Maggio Musicale Fiorentino. Una mostra, o meglio un grande album nel quale calarsi dal vivo, nel foyer del teatro dal 22 ottobre al 6 gennaio 2018. Un percorso visivo lungo i sessant’anni di carriera teatrale di Poli testimoniato da video, bozzetti, scenografie.

Ben 25 spettacoli, 7 tra produzioni, coproduzioni e collaborazioni, 4 tra prime e anteprime nazionali. La Stagione 2017/18 al Teatro Era di Pontedera, in linea con il progetto artistico del triennio 2015/2017 della Fondazione Teatro della Toscana, conferma la qualità e la vivacità dell’offerta nell’ambito di un percorso che stabilisce un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione. Non mancano una rassegna pensata per i più piccoli e progetti che testimoniano una sempre maggiore apertura del Teatro Era alle richieste del territorio e del pubblico.

Un ottobre, e poi un intero periodo autunno-inverno, all’insegna della cultura a Vicchio di Mugello. Nell’anno in cui si è celebrato Giotto, nel suo 750esimo genetliaco, e che vedrà il Museo di Arte Sacra Beato Angelico ospitare sino a gennaio la «Madonna di San Giorgio alla Costa», sono ancora numerose le iniziative in programma, segno dell’impegno dell’Amministrazione Comunale, e del vivo tessuto associazionistico vicchiese, di non cedere all’imbarbarimento della società e del puntare sulla cultura come strumento fondamentale dello sviluppo del paese. Iniziative di varia natura, frutto di legami rinsaldati con diverse realtà, anche a livello regionale e nazionale, che hanno permesso di creare un programma di notevole livello.

Installazioni interattive, performance di teatro-danza, spettacoli di luci e suoni sulle mura, sperimentazioni sonore, letture animate e degustazioni. Tutto questo e molto altro ancora è «Di Luce e d'Oro», un viaggio tra storia, arte e gusto nella splendida Rocca di Staggia. Domenica 17 settembre dalle 19 alle 23 i visitatori saranno accompagnati in un itinerario magico che unisce saperi e sapori.

Un centro delle Arti dello Spettacolo «ambizioso e utopistico», sogno antico di Franco Zeffirelli che finalmente si realizza nel cuore della sua Firenze. Non un polo museale, ma un luogo della quotidianità che il maestro ha voluto per conservare e mettere a disposizione di tutti il suo archivio e per tramandare i segreti della sua arte alle nuove generazioni.