Cinema

Ultimi contenuti per il percorso 'Cinema'

«The War» mescola con disinvoltura filosofia, saggezza popolare, logica militaresca, buoni sentimenti più forti dell’odio, legami di sangue e riferimenti biblici, cercando di legare il tutto con il montaggio, il senso del ritmo, la tensione e l’elemento principale, cioè l’attesa.

La pellicola punta senza mezzi termini al mix tra azione e commedia, non facilissimo da ottenere ma, a cose fatte, assolutamente vincente.

Torna al Monastero dell’Incarnazione di Poggi del Sasso, provincia e diocesi di Grosseto, l’ormai tradizionale appuntamento del Siloe Film Festival, giunto alla quarta edizione. Protagonista di quest’anno, l’universo femminile: il tema della rassegna, in programma da giovedì 20 a sabato 22 luglio è infatti «Donna, alla ricerca - Cosa accade alla donna, oggi?».

La pellicola mette a disagio nell’accumulo di situazioni estreme che, dopo una falsa impressione di gratuità, si dimostrano  predisposte e finalizzate al raggiungimento dell’obiettivo.

In un film così l’impeto personale conta molto più dell’equilibrio, della profondità, dello spessore. Di certo Claude Lelouch è sempre riconoscibilissimo al limite dell’inconfondibile.

Stéphane Brizé ha voluto trasporre in film il primo romanzo di Maupassant, adottando uno stile asciutto, privo di svolazzi, lontano dalle sottolineature melodrammatiche e dai sentimentalismi, in un certo senso anche difficile per un grande pubblico abituato ad altri ritmi e racconti.

In un contesto di realismo lodevole e senza fronzoli, alcuni problemi del film di De Paolis vengono dall’occhio preconcetto con cui è osservata e rappresentata l’interferenza della religione.