Grosseto

Ultimi contenuti per il percorso 'Grosseto'

Nei lavori di rimozione della Costa Concordia dall'Isola del Giglio ci sono «evidenti problemi tecnici che, di volta in volta, si ripropongono e rischiano di rallentare i lavori sulla nave». Lo afferma Sergio Ortelli, sindaco di Isola del Giglio, nel giorno in cui si riuniscono a Roma, davanti al ministro Corrado Clini, Regione Toscana, Osservatorio, il Commissario per l'emergenza e i dirigenti di Costa Crociere che dovranno presentare lo stato dei lavori e le proposte di rimozione.

Centoquarantadue interventi di ripristino e messa in sicurezza già avviati, 162 pronti a partire entro la fine di febbraio. Nel giro di pochi giorni, spiega il presidente della Regione, saranno distribuiti dalla Regione ai comuni 14 milioni di euro assegnati dalla Protezione civile per gli interventi di soccorso e di somma urgenza

Il presidente della Regione Enrico Rossi nella comunicazione all'assemblea ha sottolineato le opere per riparare i danni dell'alluvione che il novembre scorso ha colpito in modo particolare le province di Grosseto e Massa Carrara: 71 arginature, 12 adeguamenti di ponti, 104 interventi sulla viabilità. Il rischio del vincolo del patto di stabilità

L'inchiesta sulla tragedia è stata chiusa dalla Procura grossetana lo scorso 29 dicembre e le richieste di rinvio a giudizio arriveranno, secondo il procuratore, «a fine mese o al massimo nei primi giorni di febbraio». Al momento gli indagati sono 12. Le richieste di rinvio a giudizio saranno probabilmente 9. «Lavoro di dimensioni enormi»