Turismo

Ultimi contenuti per il percorso 'Turismo'

Con le vacanze estive alle porte e in occasione della Borsa del turismo religioso internazionale che si tiene a Roma, prende forma l’aggiornamento dei dati forniti dal portale www.ospitalitareligiosa.it sullo stato dell’ospitalità religiosa in Italia, che riguarda tre tipologie di strutture: gestite direttamente da enti e ordini religiosi, di proprietà religiosa con l’ospitalità affidata ai laici, laiche ma predisposte per gruppi di ispirazione religiosa.

La nostra regione ha un’offerta ricchissima di luoghi in cui viene proposto un soggiorno fatto di tranquillità, unito a momenti di preghiera e riflessione con le comunità religiose. Dalle rassegne di musica d’organo ai corsi biblici o liturgici, dai corsi di esercizi spirituali a quelli di fitoterapia, secondo l’antica esperienza dei benedettini: sono tante le proposte da santuari, eremi e monasteri toscani. Oltre alla consueta accoglienza nelle foresterie.

Come ogni anno, nel periodo estivo si intensifica lo sforzo operativo della Guardia Costiera volto a garantire la corretta fruizione del mare e uno svolgimento in sicurezza delle attività ludiche e ricreative ad esso collegate.

Oltre un milione di visitatori nel 2016. Sono i numeri che hanno fatto registrare i musei diocesani in Italia. Cifra per difetto, se si considera che soltanto 120 di essi hanno un sistema di conteggio dei visitatori. «I musei sono una risorsa per la Chiesa italiana, uno spazio aperto per incontrare persone di ogni fede e cultura», spiega don Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici.

Domenica 21 maggio i giardini e i cortili delle dimore storiche private escono dalla loro riservatezza svelando, gratuitamente, al pubblico di tutta Italia le loro ricchezze architettoniche e artistiche. Sarà una simbolica festa di primavera che aggiunge una tessera al mosaico della Grande Bellezza del nostro Paese. Su 200 dimore che aderiscono alla Giornata Nazionale ADSI, 90 sono in Toscana e fra queste 26 saranno visitabili per la prima volta.

A Pasquetta, lunedì 17 aprile, torna la Caccia al Tesoro Botanico di Grandi Giardini Italiani (il network che riunisce 124 giardini visitabili in tutta Italia e che quest’anno festeggia 20 anni), uno degli appuntamenti più attesi e amati dalle famiglie che si tiene in 29 giardini in tutta Italia, tra cui spicca il Giardino Bardini di Firenze.

Puntuale, con l’arrivo della primavera, si rinnova l’appuntamento col FAI. Il Fondo per l’Ambiente Italiano propone sabato 25 e domenica 26 marzo due giorni di grande cultura con l’obiettivo di far riscoprire alla cittadinanza gioielli architettonici meno conosciuti, grazie alla guida di studenti pronti a vestire per l’occasione i panni da ciceroni. Sono ben 47 i luoghi da riscoprire in Toscana.