Vescovi

Ultimi contenuti per il percorso 'Vescovi'

In un duomo di Milano gremito si sono svolti stamani ii funerali del cardinale Dionigi Tettamanzi. Dopo la processione di ingresso i cardinali e vescovi celebranti hanno baciato l’altare. Il cardinale Angelo Scola, amministratore apostolico di Milano, che presiede la celebrazione, ha dato lettura del telegramma inviato da Papa Francesco lo scorso 5 agosto, giorno della scomparsa del card. Tettamanzi. Hanno concelebrato ii cardinali: Gualtiero Bassetti, presidente Cei e arcivescovo di Perugia, Severino Poletto (arcivescovo emerito di Torino), Angelo Bagnasco (arcivescovo di Genova), Edoardo Menichelli (amministratore apostolico di Ancona), Giuseppe Betori (arcivescovo di Firenze), Gianfranco Ravasi (presidente Pontificio Consiglio della cultura), oltre all’arcivescovo eletto mons. Mario Delpini. Presenti anche 27 altri vescovi e arcivescovi. Numerose le autorità civili.

«Non tutte le ong sono da condannare. Laddove si scopre che c’è del falso e non è l’immagine del volontariato, bisogna intervenire. Uno strumento per regolarizzare è necessario, ma resto un po’ perplesso da certe soluzioni». Lo ha detto il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente di Caritas Italiana, a margine del convegno nazionale dei diaconi, ad Altavilla Milicia in provincia di Palermo, parlando dei presunti contatti tra navi delle ong e trafficanti e del codice di condotta per le organizzazioni non governative.

«Al vescovo, primo dispensatore dei misteri di Dio, moderatore, promotore e custode della vita liturgica nella Chiesa a lui affidata, compete di vigilare sulla qualità del pane e del vino destinati all’Eucaristia e, quindi, su coloro che li preparano». È un passaggio della lettera, diffusa oggi, che la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti ha inviato ai vescovi «sul pane e il vino per l’Eucaristia». 

«La Santa Sede segue con grave preoccupazione la situazione personale di monsignor Pietro Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou, forzatamente allontanato dalla sua sede episcopale ormai da tempo». Lo ha dichiarato oggi, in risposta alle domande dei giornalisti, il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke.