Cet

Ultimi contenuti per il percorso 'Cet'

Si è concluso il pellegrinaggio in Terra Santa, promosso dai vescovi toscani. Il vescovo di Grosseto Rodolfo Cetoloni: «Abbiamo incontrato persone e istituzioni molto felici di accogliere pellegrini». Le tensioni internazionali non hanno turbato i partecipanti:  «In queste occasioni tutto si trasforma in preghiera».

In occasione del Natale i vescovi della Toscana hanno diffuso un documento per riflettere e sollecitare sul tema dell’accoglienza di richiedenti asilo e profughi. Nel testo viene sottolineato il già grande impegno ecclesiale in Toscana nell’accoglienza, ma anche il fatto che la persistente gravità della situazione invita tutti a fare di più.

Ad un anno dalla riforma voluta da Papa Francesco ecco come si stanno organizzando le Diocesi. Parla il Vicario giudiziale. Mons. Malpelo: Ci si sposa sempre meno e ci si divide sempre più spesso. «Moltissime persone avrebbero bisogno di essere accompagnate in un’opera di discernimento sulla propria situazione matrimoniale e familiare»

Un padre e un fratello per tutti, «Un prete buono, povero e umile, mite e dolce, con il desiderio di compiere sempre la volontà divina, uomo di misericordia, promotore di comunione e di pace». Così il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha ricordato il cardinale Silvano Piovanelli durante i funerali celebrati stasera nella cattedrale di Santa Maria del Fiore.

La consueta Conferenza episcopale itinerante di fine primavera ha avuto quest’anno come méta la Terra di Gesù ed è coincisa con l’ingresso del nuovo Custode Francesco Patton a Gerusalemme. Nel corso del 2015 i pellegrini italiani erano calati del 40%. Così i vescovi toscani, che hanno dato vita ad un coordinamento per rilanciare questa pratica, hanno deciso di andarci tutti insieme.

«Siamo tutti nati qui». Così il card. Giuseppe Betori, nel suo saluto ad Amir Halevi, direttore generale del Ministero del Turismo di Israele che ha ricevuto ieri i vescovi toscani nella sede del Ministero del Turismo di Israele a Gerusalemme. All’incontro erano presenti anche il patriarca latino di Gerusalemme, mons. Fouad Twal, e padre Ibrahim Faltas della Custodia di Terra Santa.