Nunzio Galantino

Ultimi contenuti per il percorso 'Nunzio Galantino'

«Oggi è difficile scegliere tra lavoro, dignità del lavoro, modalità di lavoro e soprattutto c’è bisogno di trovare gente che abbia voglia di investire su questo: non è soltanto il Governo» a doversene fare carico. Così il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, parlando oggi a Roma sulla vicenda Alitalia a margine della conferenza stampa di presentazione del Messaggio dei vescovi per il 1° maggio e delle «Linee» in vista della Settimana sociale di Cagliari, che avrà a tema il lavoro.

«Il lavoro costituisce una delle frontiere dell’evangelizzazione sin dagli inizi del cristianesimo», ma «rimane un’emergenza nazionale» e «per tornare a guardare con ottimismo al proprio futuro, l’Italia deve mettere il lavoro al primo posto». È quanto scrive la Commissione episcopale Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace nel Messaggio per il 1° maggio 2017, presentato oggi a Roma da mons. Nunzio Galantino.

Nella consueta conferenza stampa di presentazione del Comunicato finale sui lavori del Consiglio permanente, il Segretario generale della Cei ha risposto alle domande dei giornalisti su tanti temi caldi, dalla legge sul fine vita, all'emergenza lavoro. Ha anche illustrato la riflessione del Consiglio permanente in merito ai media cattolici, ribadendo la volontà dei vescovi di sostenerli.

«L’ottimizzazione negli investimenti e il profitto, per quanto auspicabili, giusti e giustificati, non possono essere né i primi né gli unici criteri che guidano il nostro impegno». Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, aprendo questo pomeriggio il convegno nazionale degli Istituti diocesani per il sostentamento del clero, in corso a Roma fino al 15 marzo sul tema «La responsabilità di essere Chiesa: identità e obiettivi degli Idsc».

«La Chiesa non è un potere né parallelo, né alternativo a chi ha responsabilità di governo». A precisarlo, in apertura della conferenza stampa di chiusura del Consiglio episcopale permanente, è stato monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei. Tra i tanti temi trattati, la pedofilia, l'italicum e le elezioni politiche, lo «ius soli», il ddl sul fine vita, la scuola cattolica, la situazione del clero e le prime mosse di Trump.

«Il Papa è informato costantemente. So che lui stesso ogni tanto chiama qualche vescovo e qualche realtà, è informatissimo. Lo ha detto il Segretario della Cei che, a margine di un incontro a Roma, ha fatto anche il punto sulla mobilitazione della Chiesa italiana per i terremotati.

«Se con il primo Concordato lo scopo dell’insegnamento religioso era la formazione cristiana degli alunni, oggi l’Insegnamento della religione cattolica (Irc) mira alla formazione umana degli studenti, una formazione che non può dirsi completa senza essersi interrogata sulla dimensione religiosa della persona». Lo ha sottolineato oggi a Roma il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, alla presentazione della ricerca «Una disciplina alla prova. Quarta indagine nazionale sull’Insegnamento della religione cattolica in Italia a trent’anni dalla revisione del Concordato» (Elledici).