Caritas

Ultimi contenuti per il percorso 'Caritas'

(da Abano Terme) - «Essere giovani nella Chiesa e nella società non è sinonimo di età anagrafica ma intende una gioventù esistenziale. La Chiesa deve tenere sempre alta la guardia, per liberarsi di un ‘vecchiume' che è sempre in agguato». Lo afferma mons. Francesco Soddu, direttore di Caritas italiana, in una intervista a conclusione del 40° Convegno nazionale delle Caritas diocesane «Giovane è…una comunità che condivide», che si è svolto ad Abano Terme (Pd).

L'emporio della Solidarietà presenta il bilancio sociale 2017 agli studenti dell'Istituto Dagomari. Per la prima volta dopo dieci anni cala il numero delle famiglie destinatarie del servizio: lo scorso anno sono state 1.805, per un totale di oltre 7mila persone aiutate. Gli italiani sono il 48,% degli utenti. Aumenta la qualità e il valore dei prodotti distribuiti, corrispondenti a 1.664.000 euro.

«Un cristiano non può rassegnarsi supinamente all'affermazione di una economia utilitarista e di una cultura dello scarto che esclude i giovani, gli anziani, i nascituri, i perseguitati e gli affamati». Lo ha affermato oggi il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, nel suo intervento al 40° Convegno nazionale delle Caritas diocesane in corso dal 16 al 19 aprile ad Abano Terme (Padova) sul tema «Giovane è…una comunità che condivide». Oltre 600 i partecipanti, da 220 Caritas diocesane.

L’apertura di un procedimento penale a carico dei gendarmi, la solidarietà del Prefetto di Torino e la testimonianza del parroco di Bardonecchia oltre che della gente comune. Sono questi i fatti salienti all’indomani di quanto avvenuto nella stazione ferroviaria di Bardonecchia, al confine francese, dove nella notte fra venerdì e sabato scorsi cinque doganieri d’oltralpe hanno fatto irruzione in una «sala protetta» di una Ong che assiste i migranti fra Italia e Francia. Tutto in attesa che l’incidente diplomatico fra i due Paesi si risolva con altri chiarimenti da parte di Parigi.

Sono arrivati da Beirut all’aeroporto di Fiumicino altri 43 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari promossi da Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei) e Tavola valdese. Domani ne arriveranno altri 47. Si tratta di nuclei familiari provenienti da Aleppo, Homs, Raqqa e Edlib; oltre un terzo sono bambini. Saranno accolti come sempre in diverse città d'Italia: Torino, Genova, Iglesias, Sabaudia.

Oltre cento persone – tra volontari, operatori della Caritas diocesana di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e dell’associazione Sichem – animeranno domani, sabato 17 marzo dalle 8.30 alle 20.30, la raccolta straordinaria di alimenti «Condividiamo, alimenta la solidarietà», presso la Coop di via Vittorio Veneto e l’Ipercoop di viale Amendola ad Arezzo.

«Sentitevi orgogliosi, forti, capaci di poter cambiare la realtà in cui vivete. Contribuite a costruire una casa nuova, abitabile per tutti e mettete in ballo tutta la vostra creatività e disponibilità». Questo l’invito che il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente di Caritas italiana ha rivolto a centinaia di giovani in servizio civile che stanno partecipando oggi al XIII incontro nazionale in corso a Sotto il Monte (Bergamo), l’evento annuale che riunisce i volontari del Tavolo ecclesiale sul servizio civile nella ricorrenza del 12 marzo, festa di San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza.