Caritas

Ultimi contenuti per il percorso 'Caritas'

Nei giorni scorsi è comparso su youtube il video di un pestaggio in piena regola (calci e pugni), che sarebbe avvenuto nel nuovo parcheggio della stazione di Grosseto. Nel video si vede un uomo al centro, a terra, altri uomini attorno, che guardano, e uno che colpisce l’uomo a terra. «Fermiamoci» e «abbassiamo i toni», chiede don Enzo Capitani, direttore di Caritas di Grosseto.

Dall’8 al 13 maggio responsabili della Caritas Italia, insieme a rappresentanti di alcune Caritas diocesane, hanno visitato le parrocchie palestinesi della diocesi di Gerusalemme. Scopo della visita, rende noto il Patriarcato latino di Gerusalemme, l’incontro con le «pietre vive» della comunità cattolica del Patriarcato di Gerusalemme.

L’Emporio della solidarietà di Prato ha presentato oggi il bilancio sociale. Nel 2016 1895 famiglie in difficoltà hanno fatto la spesa grazie al «supermercato» di via del Seminario, per un totale di 8500 persone sostenute. Distribuiti prodotti per un controvalore di oltre 2 milioni di euro. Aumenta il contributo dei promotori, passato da 80mila a 140mila euro.

Un corso gratuito di comunicazione efficace per operatori e volontari del sociale. E’ la proposta formativa offerta dalla Caritas diocesana di Grosseto, rivolta a coloro che operano in ambito sociale e a chi fa attività di volontariato, mettendo a disposizione due professionisti del settore, che forniranno tecniche di comunicazione efficace e di programmazione neuro-linguistica e life coaching.

«L’80% della popolazione venezuelana ha difficoltà a trovare cibo e reperire farmaci. Più della metà si trova in condizioni estreme, soprattutto i bambini e gli anziani, prime vittime della malnutrizione, ma la situazione difficile riguarda tutti, poveri e classe media». Lo racconta in una intervista al Sir da Caracas la direttrice di Caritas Venezuela, Janeth Marquez.

Un invito a chi mette dubbi sull’operato delle Ong che con le navi salvano migranti in mare: «Perché non vi imbarcate sulle navi e verificate direttamente il loro operato? Altrimenti si fa solo una polemica sterile e senza prove». È la proposta, espressa al Sir, da Oliviero Forti, responsabile dell’area internazionale di Caritas italiana. Sulla stessa linea Intersos e Medici senza frontiere.