Cei

Ultimi contenuti per il percorso 'Cei'

Una lettura immediata del primo discorso del cardinale Bassetti al Consiglio permanente della Cei può dare l’impressione di una semplice ripetizione delle linee pastorali che segnano il pontificato di Papa Francesco. In realtà si tratta di una riflessione ben più articolata sulla realtà della Chiesa italiana, che si sforza di guardare alle specificità del contesto sociale, economico, culturale e politico del paese.

La Presidenza della Cei ha nominato come nuovo presidente della Commissione nazionale valutazione film (Cnvf) Massimo Giraldi, giornalista e critico cinematografico, che ha ricoperto dal 1998 a oggi il ruolo di segretario ed è nell’organico della Commissione già dagli anni Ottanta. Giraldi è anche il primo laico a ricoprire l’incarico di presidente.

Il Consiglio permanente della Cei ha «apprezzato la volontà di camminare sempre più insieme, come Chiesa sinodale, che coinvolge e valorizza il contributo di ciascuno: in questa direzione, si è evidenziata la necessità di riprendere lo spirito del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze, il discorso programmatico del Santo Padre, gli obiettivi concreti additati». È quanto si legge nel comunicato finale del Consiglio permanente della Cei, a conclusione dei lavori che si sono svolti a Roma dal 25 al 28 settembre.

«Non vedo perché si è ritenuto di accelerare sui diritti delle persone di uno stesso sesso che vogliono vivere insieme, ma non si ritiene di dare diritti e doveri a italiani mantenuti senza cittadinanza». Monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, ha risposto così alle domande dei giornalisti sullo «ius soli», durante la conferenza stampa di chiusura del Consiglio permanente della Cei.

Il cardinale Gualtiero Bassetti nella sua prima prolusione da presidente della Conferenza episcopale italiana ha usato l'immagine del «rammendare il tessuto sociale dell'Italia». Un invito che, a giudizio di Domenico Delle Foglie, presidente del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la comunicazione), è rivolto a tutti i cattolici chiamati a «una responsabilità altissima verso il Paese»

Prima prolusione (testo integrale) da presidente della Cei per il card. Gualtiero Bassetti che ha aperto oggi a Roma i lavori del Consiglio permanente. Vicinanza agli alluvionati di Livorno. Lavoro, giovani, famiglia e migrazioni le priorità.

«La scuola è uno dei luoghi più importanti per l’identità e lo sviluppo di un Paese. Senza la scuola è difficile pensare una comunità coesa di uomini e di donne, in cui anche i più poveri possono istruirsi, crescere ed emanciparsi dalla miseria. Essa è il centro nevralgico del sapere e della cultura di un popolo che si tramanda di "generazione in generazione"». È quanto scrive il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, nel suo ultimo articolo della rubrica «Dialoghi» su Il Settimanale de «L’Osservatore Romano».