Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

A una settimana precisa dall’arrivo di Papa Francesco in Egitto, per il suo viaggio apostolico di due giorni (28 e 29 aprile), fervono i preparativi per mettere a punto gli ultimi dettagli logistici e organizzativi. Si susseguono, a questo scopo, le riunioni del Comitato organizzatore della visita, presieduto dal vescovo di Luxor, Emmanuel Bishay, con il quale il Sir fa il punto sui preparativi in corso.

I pastorelli di Fatima, Francesco e Giacinta Marto, saranno proclamati santi il 13 maggio prossimo. Lo ha annunciato Papa Francesco nel Concistoro ordinario pubblico per il voto su alcune cause di canonizzazione, che si è tenuto nel Palazzo Apostolico Vaticano. La canonizzazione avverrà durante il viaggio apostolico del Papa a Fatima nel centenario della prima Apparizione della Vergine. Quando la Madre di Dio apparve a Francesco e Giacinta , nel 1917, i due, fratello e sorella, avevano 8 e 7 anni e assieme a loro era presente la cugina Lucia Dos Santos, 10 anni. Tra anni dopo Francesco e Giacinta morirono per l’epidemia di influenza “spagnola”, mentre Lucia è scomparsa a 98 anni nel 2005.

«È un vero testimone della pace e della verità. Ovunque vada, si fa voce di tutte le persone più fragili e sofferenti del mondo. Ovunque sia, viene concessa la pace. Per questo siamo felici di questa visita». Parla papa Tawadros II, capo della Chiesa copta ortodossa, che in questa intervista al Sir ripercorre le tragiche ore degli attentati della Domenica delle Palme.

Da quando Gesù crocifisso è risuscitato, cambiando la storia e il cosmo, l’ultima parola non è più della morte, ma della vita, e noi siamo chiamati ad essere uomini e donne nuovi secondo lo Spirito, “affermando il valore della vita”. Lo ha sottolineato Papa Francesco in Piazza San Pietro, prima della preghiera mariana del Regina Caeli, che, dal Lunedì dell’Angelo e per 50 giorni, fino a Pentecoste, prende il posto dell’Angelus.
E’ diretto anche a noi l’invito dell’Angelo alle donne a fare presto e ad andare ad annunciare agli uomini e alle donne del nostro tempo il messaggio di speranza della resurrezione di Cristo.