Presepi

Ultimi contenuti per il percorso 'Presepi'

«Un presepe fatto di bende dedicato a te don Paolo, perché ti sei liberato delle tue bende di sofferenza facendone una missione nella missione; in quelle bende che hai offerto al Signore c’è tutta la dignità dell’uomo e la sua grandezza, perché le tue erano bende d’amore. Per due mesi, entrando in chiesa per costruire il presepe fatto di bende che ci avvolgono, ci soffocano e da cui non riusciamo a liberarci, sentivo il vento leggero del Signore, la Sua presenza e la tua. Grazie don Paolo perché accompagni i giorni della mia vita». 

Si rinnova – per le festività natalizie – la collaborazione fra la diocesi di Grosseto e il Rotary club Grosseto, che ripropongono una mostra d’arte presepiale. La mostra sarà allestita nella sala «San Lorenzo» del palazzo vescovile, in corso Carducci 11 (ingresso dalla scalinata d’onore) e consentirà ai grossetani di poter ammirare una ventina di rappresentazioni della Natività realizzate dalle abili mani di artigiani presepisti dell’Associazione italiana Amici del Presepe di San Giorgio a Cremano (Na). 

Il presepe e l’albero di Natale «sono i segni della compassione del Padre celeste, della sua partecipazione e vicinanza all’umanità, che sperimenta di non essere abbandonata nella notte dei tempi, ma visitata e accompagnata nelle proprie difficoltà». Lo ha detto il Papa, ricevendo in udienza in Aula Paolo VI le delegazioni provenienti dalla Polonia e dall’Abbazia di Montevergine per il dono dell’albero di Natale e del presepio in piazza San Pietro, che verranno illuminati questa sera. 

Sarà l’arcivescovo di Firenze, il card. Giuseppe Betori, ad inaugurare giovedì 7 dicembre il presepe monumentale della Basilicata allestito nella basilica di Santo Spirito della città fiorentina. La cerimonia è in programma alla 17. L’iniziativa, insieme alla manifestazione artistica sulle sculture in legno «Maternità divine.

Ad Arcidosso, in provincia di Grosseto, il Natale è giovane. È una scelta che guarda al futuro quella dell’amministrazione comunale dello splendido borgo del Monte Amiata che affida ai bambini e ai ragazzi del paese la realizzazione degli arredi luminosi che renderanno magica l’atmosfera nei giorni della festa più attesa dell’anno. La loro creatività renderà unica la quarta edizione di «Natale di Luce», il calendario che dal 6 dicembre (festa di San Niccolò, patrono di Arcidosso), al 6 gennaio propone tanti appuntamenti che sanno unire tradizione e bellezza.