Quaresima

Ultimi contenuti per il percorso 'Quaresima'

Cinque progetti per cinque settimane di Quaresima. È dedicata interamente alla Piana di Ninive la campagna quaresimale di Aiuto alla Chiesa che Soffre del 2018. Un fronte quello della ricostruzione dei villaggi cristiani liberati dallo Stato Islamico, che vede la Fondazione pontificia come prima associazione nel mondo in termini di sostegno alle comunità cristiane.

«L’amore di Dio è tale da averci fatto diventare suoi figli, e quando lo potremo vedere faccia a faccia scopriremo ancora di più la grandezza di questo suo amore». Ad assicurarlo è stato il Papa, che ha presieduto questo pomeriggio, nella basilica di San Pietro, il rito per la Riconciliazione di più penitenti con la confessione e l’assoluzione individuale.

Un itinerario di riflessione in cui la sofferenza dei figli dell’uomo contempla la croce del Figlio di Dio. È quello proposto dalla mostra «Stabat Mater» sulle 14 formelle della Via Crucis, opera dell’artista Antonio Lazari, che si trovano nella chiesa di San Francesco, a Grosseto, e che verranno esposte nel chiostro del convento dei Frati minori dal 10 marzo al 15 aprile.

Domenica 18 febbraio Papa Francesco, prima della recita dell’«Angelus», ha commentato il Vangelo del giorno (Mc 1,12-13), osservando che Gesù va nel deserto per prepararsi alla sua missione nel mondo.

La Quaresima è un tempo che «aiuta alla conversione», al riavvicinamento a Dio, al «cambiamento della nostra vita» e questa è una «grazia» da chiedere al Signore. Prendendo spunto dalla prima Lettura tratta di Isaia, una vera «chiamata alla conversione», Papa Francesco, stamattina, nell’omelia della Messa a Santa Marta, riferisce «Vatican News», mostra quale è l’atteggiamento «speciale» di Gesù di fronte ai nostri peccati.

Il settimanale Toscana Oggi ha pubblicato un'inserzione a pagamento su un «pranzo di San Valentino», in programma per il 14 febbraio che quest'anno coincideva con l'inizio della Quaresima. Un lettore ci tira le orecchie...

«Padre, vorrei ringraziare, a nome di tutti, per questo accompagnamento in questi giorni, che oggi si prolungheranno con la giornata di digiuno e preghiera per il Sud Sudan, il Congo e anche la Siria». Sono le parole di ringraziamento che Papa Francesco ha rivolto questa mattina al predicatore degli Esercizi spirituali, don José Tolentino de Mendonça, vice rettore dell’Università Cattolica di Lisbona e consultore del Pontificio Consiglio della Cultura, a conclusione degli Esercizi spirituali ad Ariccia.