Arte & Mostre
stampa

Musei d'arte sacra, le iniziative a Massa e Pontremoli per le Giornate Amei

Anche quest’anno i Musei Diocesani di Massa e di Pontremoli presentano l’iniziativa «se scambio cambio». Un appuntamento annuale che coinvolge i musei ecclesiastici italiani, aperti alla condivisione e partecipazione del proprio patrimonio attraverso un diversificato calendario di eventi.

Santa Caterina

La manifestazione ha come filo conduttore il tema dello scambio. «Se scambio cambio», non è solo un gioco di parole, ma un'affermazione che racchiude un significato importante poiché lo scambio implica sempre apertura, condivisione, capacità di confronto e produce cambiamento. Sono questi gli ambiziosi obiettivi delle giornate AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici Italiani) che si traducono in un momento di crescita comune.

Quest’anno il Museo Diocesano di  Massa partecipa all'iniziativa dialogando con la Biblioteca Diocesana . L'appuntamento è per sabato 21 ottobre alle ore 16: al Museo Diocesano Massa si terrà un incontro tematico dal titolo «Dalla biblioteca al museo. Cronache del sacro e del quotidiano dai volumi del fondo antico della Biblioteca Diocesana di Massa», condotto dalle bibliotecarie Marina Carbone e Milena Mosti. L'esposizione dei volumi della Biblioteca Diocesana, che resterà visibile al Museo da venerdì 20 e domenica 22 ottobre (ore 15.00 - 19,00),  abbraccia e si collega, grazie al fascino che i libri antichi portano tra le proprie carte, al tema della mostra attualmente in corso al Museo, dedicata agli ex voto e alle testimonianze di devozione. Un manoscritto settecentesco, preziosa fonte di storia locale, e libri antichi a stampa dal XVII al XX sec., raccontano ed ampliano il tema della devozione popolare, offrendo al visitatore vite di santi e infiniti miracoli, tra storia della stampa e dell'agiografia, ricche incisioni e rarità bibliografiche. Protagonisti i volumi dei principali fondi antichi della Biblioteca Diocesana, tra cui quello appartenuto a mons. Francesco Maria Zoppi, primo vescovo della Diocesi di Massa, e gli opuscoli del Centro Studi della Cattedrale di Massa, ricco patrimonio di storia locale raccolto nella seconda metà del XX sec da mons. Ugo Berti, poi acquisito dalla Biblioteca Diocesana e oggi a disposizione degli utenti per studi e ricerche, a seguito di un attento lavoro di riordino.

Il Museo Diocesano di Pontremoli partecipa all'iniziativa dialogando con la Soprintendenza Archeologica della Toscana.  L'appuntamento è domenica 22 ottobre alle ore 16 al Museo Diocesano di Pontremoli l’incontro tematico si occuperà delle ultime scoperte archeologiche medievali. «Dallo scavo archeologico al museo: i reperti delle sepolture medievali della Pieve di Saliceto» è il titolodella conferenza tenuta dai responsabili dello scavo, condotto alla Pieve di Saliceto nell’anno 2002, Rita Lanza e Olivia Ratti della Soprintendenza Archeologica della Toscana: a loro il compito di illustrare i risultati che gettano nuova luce sulla ricostruzione della storia millenaria dell’edificio.

Le Giornate AMEI 2017 invitano tutti i visitatori, affezionati o semplicemente curiosi, a «partecipare» attivamente!

Fonte: Comunicato stampa

Forse ti può interessare anche:

Musei d'arte sacra, le iniziative a Massa e Pontremoli per le Giornate Amei
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento