Cultura & Società

Cultura & Società stampa

Firenze, capoluogo toscano, città di storia e di mistero. Impossibile non innamorarsene al primo incontro, tanta è la bellezza dell’arte contenuta nelle sue vie. Se sei già stato a Firenze sai bene di cosa parlo, avrai sicuramente già colto il suo inconfondibile sapore. Se invece non sei mai stato in questa splendida città, siamo qui per consigliarti i migliori spot per ammirarla dall’alto, in tutto il suo splendore.

“L’evoluzione dei processi e degli strumenti comunicativi conferma l’importanza di una formazione che non sia isolata nel tempo. Non basta impegnarsi una sola volta per assolvere un’esigenza primordiale legata alla conoscenza. La formazione è una dimensione integrale della vita. E questo vale anche per gli strumenti della comunicazione”. 

Sì è aperto il Congresso internazionale dei «Pueri cantores». Firenze accoglie in questi giorni quasi tremila giovani cantori provenienti da tutto il mondo: «Dopo anni difficili in cui la pandemia ha messo a dura prova l’attività dei cori, il congresso di Firenze rappresenta il segno della rinascita» spiega il presidente nazionale Alberto Veggiotti.

Il direttore emerito Zubin Mehta torna per la terza volta nel corso dell’84º Festival del Maggio Musicale Fiorentino alla guida del Coro e dell’Orchestra del Maggio, mercoledì 13 luglio alle ore 21, per un appuntamento molto atteso: il concerto offerto alla città di Firenze. Sui leggii, nella Cavea, la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 per soli, coro e orchestra di Ludwig van Beethoven; ultima e in assoluto fra le più celebri delle sinfonie beethoveniane composta dal genio di Bonn tra l'autunno del 1823 e il febbraio 1824.