Cultura & Società

Cultura & Società stampa

A 50 anni dalla morte viene spontaneo chiedersi: perché ne parliamo ancora? Chi era Armida Barelli, nata nel 1882, da una famiglia della laboriosa borghesia milanese. E qual è il mistero di tale vita, il mistero di una persona veramente «irripetibile»?
DI PIERA GRILLI

Martedì 10 dicembre RaiUno manda in onda in prima serata l'Apocalisse del regista Raffaele Mertes, ultimo episodio del Progetto Bibbia della Lux Vide. Dei 21 prodotti fatti si è trattato del più impegnativo perché un film sull'Apocalisse non era mai stato realizzato. Un film che abbiamo visto per voi in anteprima e che vi presentiamo.

L'Apocalisse è scarsamente, e frammentariamente, presente nella liturgia. E si può dire completamente assente dalla catechesi. Eppure, la lettura dell'Apocalisse offre speranza e lucidità, non angoscia. Ma due avvenimenti di questi giorni la portano alla ribalta della cronaca. Martedì 10 dicembre RaiUno manda in onda l'opera finale del «Progetto Bibbia» della Lux Vide, dedicata all'Apocalisse di San Giovanni (nella foto Oscar Richard Harris ceh interpreta l'evangelista). E in libreria arriva una traduzione laica del Nuovo Testamento, illustrata da Venturino Venturi, e con un saggio introduttivo di Mario Luzi.
DI ANDREA FAGIOLI

Si intitola «Balie di Toscana nel mondo» ed è la mostra allestita all'Istituto degli Innocenti a Firenze (piazza SS. Annunziata) dal 29 novembre al 15 dicembre. La rassegna, inserita nell'ambito della Festa della Toscana, è curata da Adriana Dadà e Alessandra Borsetti Venier e, per gli Innocenti, da Lucia Sandri, alla quale abbiamo chiesto di illustrarcela.

Nella numerosa famiglia Bagatti, originaria di Lari, in provincia di Pisa e diocesi di San Miniato, due noti frati francescani minori, oltre ad un prete diocesano. Il francescano Bellarmino è stato uno dei principali archeologi e studiosi delle origini del cristianesimo; suo fratello Giosuè, fu apprezzato artista, che sotto la guida di Baccio M. Bacci ornò chiese e altari, tra cui un importante ciclo nella chiesa pratese di Galceti. Ecco la cronaca di un pellegrinaggio in Terra Santa sulle orme di Bellarmino, un'intervista alla nipote e una scheda sull'attività di Giosuè.
DI SABINA FERIOLI e GIOVANNI BENSI

Correre «è un esercizio fisico che fa bene allo spirito e alla testa», spiega don Angelo Silei, parroco al Pestello di Montevarchi. E questo potrebbe essere un buon consiglio dato ai giovani della sua parrocchia. Ma quello che fa diventare questa frase qualcosa di speciale è che don Angelo ha appena corso la maratona di New York. Sì, 42 km tutti d'un fiato, corsi in 4 ore e 24 minuti.
DI RENATO BURIGANA