Cultura & Società

Cultura & Società stampa

Giovanni Boccaccio, Francesco Petrarca, Giotto, Niccolò Machiavelli, Benvenuto Cellini, Giacomo Puccini ma anche Giovanni Pascoli, Giosuè Carducci, Enea Silvio Piccolomini e stranieri illustri come la coppia di poeti inglesi Robert Browning ed Elisabeth Barret, sono alcuni dei personaggi celebri che sono stati proprietari delle ben cinquantaquattro dimore storiche distribuite negli angoli più suggestivi del territorio toscano, censite dalla Regione e raccolte in un elenco visitabile in internet.
DI LORELLA PELLIS

Invitato a scrivere un breve pezzo su Luigi Personè, deceduto qualche giorno fa, mi trovo in un certo imbarazzo. Fui presentato all'esimio professore qualche anno fa, dal comune amico Gian Filippo Belardo, ad uno scopo preciso: dovevo rendermi disponibile come confessore e guida spirituale. Poi si è sviluppata un'amicizia personale con Personè che dovrebbe essere un po' l'argomento del presente articolo.
DI Timothy Verdon

«Se tutti si potessero raccogliere, e sotto certi capi ordinare, i proverbi italiani, i proverbi d'ogni popolo, d'ogni età, colle varianti di voci, d'immagini, e di concetti, questi, dopo la Bibbia, sarebbe il libro più gravido di pensieri». È così che si apre l'edizione dei Proverbi Toscani raccolti da Giuseppe Giusti e pubblicati postumi nel 1853 da Gino Capponi. Ed è così che inizia la nostra lunga chiacchierata sui proverbi e in particolar modo su quelli dedicati al mondo agricolo, sulla loro importanza e anche su una serie di pubblicazioni e di raccolte che si verificò tra Settecento ed Ottocento.
DI REBECCA ROMOLI

Un libro di Nicola Gori aiuta a scoprire una figura di grande valore del '500, Santa Maria Maddalena de' Pazzi, al centro di una complessa esperienza mistica e umana. A lei è legato il monastero carmelitano di Santa Maria degli Angeli, a Firenze, che alla fine dell'800 verrà visitato da un'altra grande mistica, questa volta francese, Santa Teresa del Bambino Gesù. Una visita che ebbe un testimone d'eccezione, Giovanni Papini...
DI LORELLA PELLIS

Se non è nato nel seno del Cristianesimo il Carnevale vi ha preso la sua forma attuale attraverso sostanziali trasformazioni che sempre hanno avuto a che fare con l'aspetto religioso. Il Carnevale non fa parte della liturgia, ma s'inserisce nell'anno liturgico, nella sua rappresentazione, dalla quale prende forza e significato. Provenendo dal paganesimo, portava con sé elementi naturalistici, culti purificatori e di fecondazione che mal si accordavano con la diffidenza cristiana verso la materia, la carne e il piacere in genere.
DI CARLO LAPUCCI

A Viareggio sfilate al via

L'iconostasi della chiesa della Santissima Annunziata dei Greci a Livorno ha più di 400 anni eppure non li dimostra. Oggi più che mai, dopo l'ultimo restauro, realizzato dall'Arciconfraternita della Purificazione, proprietaria di questo gioiello. Quello che è possibile ammirare, entrando nella chiesa di via della Madonna, è un ambiente affascinante, che intreccia i colori dell'oro e del legno con il blu ed il rosso sfavillante dei manti delle figure sacre su esso rappresentate.
DI CHIARA DOMENICI