Cultura & Società
stampa

Arezzo, riapre in maniera regolare l'Archivio storico di Sansepolcro

Nei giorni scorsi è stata firmata la convenzione tra la Fondazione «Rete archivistica bibliotecaria museale della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro» e l'Associazione «Vivere a Borgo Sansepolcro» per rendere nuovamente fruibile al pubblico l'Archivio storico diocesano di Sansepolcro.

Archivio diocesano a Sansepolcro

«Aprire nuovamente alla consultazione del pubblico in maniera regolare l'Archivio storico diocesano di San Sepolcro, dopo circa tre anni nei quali la consultazione era avvenuta in maniera più saltuaria». Questo l'obiettivo della convenzione, firmata nei giorni scorsi, nella sede dell'Archivio storico diocesano di Sansepolcro, tra la Fondazione «Rete archivistica bibliotecaria museale della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro» (costituita dall'arcivescovo Riccardo Fontana nel 2015) e l'Associazione «Vivere a Borgo Sansepolcro», da oltre cinquanta anni impegnata nella valorizzazione della storia e del ricco patrimonio artistico e architettonico della città.

In base alla convenzione l'Associazione s'impegna a fornire personale volontario per garantire l'apertura agli studiosi una volta alla settimana per il periodo 1° settembre-30 giugno (è stato scelto il giovedì), esercitare la sorveglianza in sala studio, effettuare prelevamento, consegna e ricollocamento delle unità archivistiche, effettuare la registrazione degli studiosi e delle unità date in consultazione. I volontari attualmente in servizio sono otto, tra cui un diplomato in archivistica che coordina il gruppo.

L'Archivio storico diocesano di Sansepolcro, che ha sede nel palazzo vescovile della città, conserva la memoria di cinque antiche istituzioni ecclesiastiche che tra Medioevo ed età moderna estesero la loro giurisdizione su vasta parte dell'area centro-italiana compresa tra Toscana, Romagna, Marche e Umbria. Il nucleo documentario più consistente si riferisce alla diocesi di Sansepolcro (1520-1986), mentre quello più antico è relativo all'abbazia di Sansepolcro, con documenti che datano a partire dall'anno 1022. La documentazione conservata copre l'arco cronologico 1022-2016 e si compone di circa 2.000 pezzi tra buste e registri e 423 pergamene sciolte.

Tra i futuri obiettivi vi sono l'acquisizione di ulteriori spazi per i depositi documentari e l'organizzazione di attività di studio della storia locale e di divulgazione delle conoscenze storiche attraverso conferenze e mostre tematiche, a partire dal prossimo mese di maggio. Una particolare attenzione sarà dedicata alla celebrazione del quinto centenario della creazione della diocesi di Sansepolcro, che ricorrerà il 17 settembre 2020.

Fonte: Sir
Arezzo, riapre in maniera regolare l'Archivio storico di Sansepolcro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento