Cultura & Società
stampa

San Paolo

Festival della Comunicazione dal 19 al 29 maggio a Cesena. Incontri don Ciotti, don Sciortino e don Patriciello. Si parlerà anche di cyberbullismo

Si terrà a Cesena, dal 19 al 29 maggio, la 12ª edizione del Festival della comunicazione, appuntamento che la società di San Paolo e le Paoline portano in giro per l’Italia una volta all’anno.

Percorsi: Mass media
Festival comunicazione a Cesena

L’evento – organizzato dal «Corriere Cesenate», settimanale della diocesi di Cesena-Sarsina, assieme all’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali – avrà per titolo «Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo», dal messaggio di Papa Francesco per la Giornata delle Comunicazioni sociali che verrà celebrata domenica 28 maggio.

Dieci giorni intensi di appuntamenti, conferenze, cinema, teatro, concerti, mostre, confronti. «Non si parlerà solo di informazione, ma si toccheranno tutti i temi della comunicazione, un mondo in continua e rapida evoluzione – ha sottolineato Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate, nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi questa mattina -. Un mondo che condiziona, oggi più che mai, i rapporti, il lavoro, la vita in tutti i suoi aspetti». «Comunicare è una variante dell’evangelizzazione – ha affermato il vescovo di Cesena-Sarsina, mons. Douglas Regattieri -. Portare il Vangelo agli uomini del nostro tempo: il festival ci offrirà anche la gioia di questo comunicare». «Il mondo della comunicazione è alle prese con ritmi acceleratissimi. Tanto che oggi manca il tempo per la valutazione e l’ascolto – ha sottolineato invece il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi -. Rischiamo di essere travolti dai social network che sono difficilmente controllabili e che producono tensioni. Attraverso il festival, una grande vetrina per la città, possiamo fermarci a riflettere».

In programma oltre 25 eventi con più di 60 ospiti. Saranno affrontati temi che riguarderanno da vicino i giovani e internet. Lunedì 15 maggio si terrà l’incontro «Cyberbullismo e navigazione responsabile» con l’intervento di Paolo Picchio, padre di Carolina, 14enne vittima di bullismo, e della senatrice Elena Ferrara. Modererà il giornalista Alessandro Rondoni. Sabato 27 maggio, presso l’aula magna della facoltà di Psicologia, sarà la volta di «La comunicazione tra generazioni» con don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e don Antonio Sciortino, ex direttore di Famiglia Cristiana. Tra gli altri appuntamenti, da segnalare quello di lunedì 22 maggio dedicato a «Comunicare la solidarietà», con don Maurizio Patriciello, parroco di Parco Verde di Caivano (Na), e Laura Delsere, coordinatrice di redazione della rivista «Sovvenire» (Cei). Significativo anche l’incontro con l’ergastolano ostativo Carmelo Musumeci, in programma per venerdì 26. Sarà «Comunicare dietro le sbarre» il titolo della serata moderata da Francesco Zanotti, direttore del «Corriere Cesenate».

Nell’ambito del Festival sono in programma 4 incontri rivolti ai giornalisti per l’aggiornamento professionale. Si parte venerdì 12 maggio con un incontro su «Informazione e sensazionalismi. Etica della professione giornalistica di fronte a miti e credenze». Tra i relatori: Roberto Zalamabani, consigliere nazionale Ordine dei giornalisti, Luca Sancini, antropologo e comunicatore sociale, Piero Altieri, giornalista e docente di storia e filosofia, Paolo Turroni, giornalista e codirettore della rivista «Confini». Mercoledì 24 maggio interverranno professionisti che hanno avviato la loro carriera nelle redazioni dei media diocesani. Tra gli ospiti, che ragioneranno attorno alla domanda «La responsabilità del giornalista: tutto è permesso?», ci sarà il direttore del quotidiano Avvenire, Marco Tarquinio, che ha mosso i primi passi nella redazione del giornale delle diocesi umbre «La Voce». Con lui Giorgio Tonelli, ora nella sede Rai di Bologna, Gianfranco Fabi, già vice direttore de «Il Sole 24 Ore» e direttore di Radio24, Marco Bonatti e Luca Rolandi, entrambi già direttori del settimanale torinese «La Voce del Popolo». La mattina sarà introdotta dal presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, Antonio Farnè. Venerdì 26 maggio si terrà il convegno «Informare al tempo delle fake news». Moderati da Chiara Genisio, vice presidente vicario della Fisc, si confronteranno la vaticanista dell’Ansa, Giovanna Chirri, il vaticanista de «La Stampa», Andrea Tornielli, il direttore dei Tg regionali Rai, Vincenzo Morgante, il direttore dell’informazione di Tv2000, Lucio Brunelli, il presidente del Copercom, Domenico Delle Foglie.

Il Festival si chiuderà lunedì 29 maggio con un confronto su «La comunicazione della comunità cristiana e non solo nell’era digitale». Moderati dal cesenate Ernesto Diaco, direttore dell’Ufficio nazionale per l’educazione, la scuola, l’università della Cei, interverranno il direttore di Famiglia Cristiana, don Antonio Rizzolo; il segretario nazionale dell’Ucsi, Maurizio Di Schino, il direttore del Sir, Vincenzo Corrado, il direttore di rete di Tv2000, Paolo Ruffini, il presidente della Fisc, don Adriano Bianchi, e il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio.

Al Festival della comunicazione non verrà trascurato l’ambito della cultura. Sabato 13 maggio Lucetta Scaraffia, editorialista de «L’Osservatore Romano» presenterà il libro «Dall’ultimo banco», una riflessione sulla presenza delle donne nella chiesa. Venerdì 19 sarà la volta di Massimo Cacciari, filosofo, accademico e politico che interverrà su «L’Umanesimo oggi». Tra le mostre che verranno allestite, è da segnalare «Comunicare la Parola» ospitata presso la Chiesa di San Zenone. Si tratta di un’esposizione dedicata ai volumi liturgici della diocesi di Cesena-Sarsina, a cura di Marino Mengozzi e dell’Ufficio diocesano di Arte Sacra e Beni culturali in collaborazione col Rotary Club di Cesena. Nell’Abbazia di Santa Maria del Monte ci sarà invece la prima mostra Ex voto contemporanei alla Madonna del Monte. Sul tema, sabato 27 maggio si svolgerà il convegno «Gli Ex voto dell’Abbazia del Monte. Fede ed espressione comunicativa» a cui interverrà Elisabetta Bovero, direttrice della Biblioteca Malatestiana. Presso Palazzo del Ridotto sarà visitabile invece la mostra «Dalle origini della Olivetti fino agli anni ‘70», a cura dell’associazione nazionale collezionisti macchine per ufficio d’epoca. In programma anche il convegno «Adriano Olivetti comunicatore di speranza». Nella serata di martedì 23 maggio si terrà lo spettacolo con Roberto Mercadini e Cecilia Dazzi. Sabato 27 spazio alla poesia con i poeti Franco Casadei, Gianfranco Lauretano e Cesare Cavoni.

Il programma completo degli eventi è disponibile su www.corrierecesenate.it nella sezione dedicata al Festival della comunicazione.

Festival della Comunicazione dal 19 al 29 maggio a Cesena
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento