Cultura & Società
stampa

Franco Zeffirelli, un premio dalla sua Vinci nel nome di Leonardo

Nel nome di Leonardo vengono premiati questa domenica 26 novembre a Vinci il regista Franco Zeffirelli, e il ricercatore Giovanni Passaleva. Con loro la professoressa Margherita Pieracci Harwell e due giornalisti toscani: Viola Centi e Mauro Lubrani.

Percorsi: Cultura - Ricerca
Il manifesto dell'iniziativa

Il regista Franco Zeffirelli, tramite la Fondazione a lui intitolata, e il ricercatore fiorentino Giovanni Passaleva riceveranno un premio («Li omini boni desiderano sapere») istituito a Vinci e tratto da una frase di Leonardo sull’importanza della conoscenza e della ricerca. La cerimonia domenica prossima, 26 novembre nel Teatro della Misericordia di Vinci (inizio ore 16). Con loro la professoressa Margherita Pieracci Harwell e due giornalisti toscani: Viola Centi e Mauro Lubrani.

Il premio a Franco Zeffirelli, per la comunicazione nel settore artistico, sarà ritirato da Cecilia Sandroni responsabile comunicazione della Fondazione intitolata al maestro che ha origini familiari vinciane: la famiglia paterna (i Corsi) è di Vinci e di recente sono anche emersi legami di parentela tra questa famiglia e i «Da Vinci», la famiglia di Leonardo.

Lo scienziato fiorentino Giovanni Passaleva - da luglio nuovo coordinatore della collaborazione internazionale LHCb uno dei quattro grandi esperimenti di fisica delle particelle presso il super-acceleratore LHC al «Cern» di Ginevra - riceverà il premio «Li omini boni» per il settore della comunicazione scientifica. Margherita Pieracci Harwell, per oltre 30 anni docente di Letteratura Italiana nell’Università dell’Illinois a Chicago dove ha fatto conoscere poeti e letterati italiani del Novecento, riceverà il premio per la comunicazione nel settore letterario. Da qualche anno Pieracci Harwell (87 anni) è tornata a risiedere nel territorio nativo di Vinci, in frazione Vitolini. Il pomeriggio, conferma il presidente di «Vinci nel cuore» Nicola Baronti, sarà condotto dalla giornalista Sara Bessi.

A ritirare il premio intitolato a «Leonardo Berni» (per mezzo secolo corrispondente da Vinci per «La Nazione») sarà una giovane collaboratrice del «Corriere Fiorentino», Viola Centi, mentre un altro giornalista e scrittore de «La Nazione», oggi in pensione, Mauro Lubrani, storica voce di Montecatini Terme, riceverà un premio speciale dalla associazione «Vinci nel cuore» che, con i patrocini di Comune, parrocchia e Regione Toscana, organizza l’intera manifestazione giunta alla terza edizione. Patrocini anche da Ordine Giornalisti e Assostampa. Saranno festeggiati, a conclusione, anche i primi 10 anni di attività di una testata online (Gonews) di Empoli. Contribuiscono alla realizzazione dell’incontro la Fondazione Sesa, l’associazione «Incontri», la Pro Loco e la compagnia «Soliti Ignoti», il Consorzio Colline di Vinci e le Cantine Leonardo.

Franco Zeffirelli, un premio dalla sua Vinci nel nome di Leonardo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento