Cultura & Società
stampa

Gli ottoni di Pisa, i più antichi della Toscana

Da quasi 250 anni di storia la banda più antica della Toscana. Si tratta del «Complesso di Legni, Ottoni e Percussioni» della Società Filarmonica Pisana, fondata nel 1765. Proprio in quell'anno, infatti, lo storico pisano Alfredo Giusani dava notizia di un corpo musicale formato dai Cavalieri dell'Ordine di Santo Stefano e da alcuni nobili locali, denominato «Banda dei Cacciatori», poi divenuta nel 1803 «Corpo filarmonico degli Urbani» e quindi «Società Filarmonica degli Alfei», con sede in piazza dei Cavalieri, a Pisa, in un palazzo dell'Ordine.
DI SARA D'ORIANO

Parole chiave: bande musicali (27), cori (30), musica (139)

di Sara D'Oriano

Da quasi 250 anni di storia la banda più antica della Toscana. Si tratta del «Complesso di Legni, Ottoni e Percussioni» della Società Filarmonica Pisana, fondata nel 1765. Proprio in quell'anno, infatti, lo storico pisano Alfredo Giusani dava notizia di un corpo musicale formato dai Cavalieri dell'Ordine di Santo Stefano e da alcuni nobili locali, denominato «Banda dei Cacciatori», poi divenuta nel 1803 «Corpo filarmonico degli Urbani» e quindi «Società Filarmonica degli Alfei», con sede in piazza dei Cavalieri, a Pisa, in un palazzo dell'Ordine. Nel 1848 la Filarmonica degli Alfei fu con gli studenti universitari a Curtatone e Montanara e nel 1868, fondendosi con il Corpo musicale dell'ex Guardia nazionale, dette origine alla Filarmonica Pisana.

L'abilità del complesso era tale che vinse perfino il primo premio assoluto al Concorso mondiale di Torino del 1898: «La palma d'oro» che gli valse anche il titolo di «Banda nazionale italiana».

Risorto dalle rovine del secondo conflitto mondiale, il complesso bandistico si è sempre affermato come una delle più rinomate formazioni italiane, in tutte le manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale. Negli ultimi trent'anni, alcune importanti novità hanno contribuito a incrementarne il prestigio: le nuove divise, il rinnovo del repertorio musicale, fino ad una maggiore qualificazione didattico-professionale del corpo docente della Scuola di cui la Banda fa parte.

Dal 2006 il complesso è diretto dal maestro Lorenzo Bocci e collabora con numerosi professionisti, avvalendosi inoltre di musicisti amatoriali formatisi in seno alla Filarmonica stessa.

Il repertorio spazia dalla musica classica, eseguita per lo più in spazi chiusi, alla musica da film fino alla musica originale per banda, eseguita per lo più in concerti all'aperto. Inoltre, partecipa attivamente a numerose manifestazioni e raduni bandistici regionali e nazionali, in ultimo quello de «Il Borro» (Arezzo) patrocinato dalla famiglia Ferragamo, dove nel 1999 ha conseguito il terzo premio assoluto. Teatro Verdi di Pisa, che ospita annualmente un concerto di fine d'anno, Palazzo dei Congressi, Cortile della Sapienza, Teatro Nuovo sono solo alcuni dei luoghi in cui hanno riecheggiato le note della banda. Ad oggi, la partecipazione alle attività del complesso è libera. È sufficiente saper suonare uno strumento a fiato o a percussioni per poterne fare parte. Né è necessario essere professionisti o diplomati.

Gli ottoni di Pisa, i più antichi della Toscana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento