Cultura & Società
stampa

I patroni dell'Isola del Giglio

Il Giglio è un'isola che fa parte della regione Toscana e visitabile in una giornata. Si tratta di un piccolo paradiso di appena 24 chilometri quadrati di superficie, ideale per una vacanza all'insegna del relax.

Percorsi: Economia

Ognuno dei tre paesi dell'isola, Giglio Porto, Campese e Castello, ha un proprio patrono, rispettivamente San Lorenzo, San Rocco e San Mamiliano. Se desideri assistere alle feste patronali, vedi come arrivare all'Isola del Giglio in traghetto consultando la pagina dedicata. Una volta arrivato, potrai usare l'autobus per raggiungere le mete di tuo interesse oppure, se ami camminare, potrai percorrere a piedi i sentieri di trekking, approfittando dell'occasione per ammirare meraviglie della natura.

Giglio Porto e i festeggiamenti per San Lorenzo

Il patrono di Giglio Porto è San Lorenzo e i festeggiamenti durano vari giorni, ma il culmine della festa è il 10 agosto. Per non perderti il meglio, è necessario giungere sull'isola la mattina del 10 e attendere l'inizio della processione visitando il paese e i dintorni; in alternativa, potrai raggiungere Porto con qualche giorno di anticipo e assistere a tutti gli eventi in programma.

Il 10 agosto, dopo la processione, ha luogo l'atteso palio marinaro che vede scontrarsi le tre contrade del Rione Moletto, Rione Chiesa e Rione Saraceno a colpi di remi. Dopo il palio, ha luogo la processione marinara per commemorare la Madonna Stella Maris.

La serata è infine dedicata alla musica e agli spettacoli pirotecnici.

Giglio Campese e la festa di San Rocco

Se desideri assistere ai festeggiamenti per San Rocco, dovrai recarti sull'Isola del Giglio il 16 agosto. Una volta raggiunto Giglio Campese, potrai attendere l'inizio della processione vagando fra le stradine del paese e attardandoti sulla spiaggia, tra le più belle dell'isola. Nel caso in cui avessi deciso di partecipare anche ai festeggiamenti del patrono di Giglio Porto, potrai trascorrere qualche giorno di puro relax sull'isola.

La processione ha luogo verso sera del 16 e, dopo aver percorso via della Torre, termina in piazza Mezzo Franco. In riva al mare ha poi luogo la processione con le barche; per commemorare i marinai defunti, vengono deposte delle corone di fiori. Terminata la processione, i festeggiamenti continuano con musica e spettacoli pirotecnici.

Giglio Castello e San Mamiliano

San Mamiliano, oltre ad essere il patrono di Giglio Castello, è anche il protagonista di alcune leggende tra cui spicca quella legata all'attacco dei pirati avvenuto il 18 novembre 1799. La leggenda narra che quel giorno gli abitanti dell'isola stessero per soccombere sotto l'attacco dei pirati, ma anziché arrendersi si affidarono al patrono dell'isola, San Mamiliano, il quale accolse le loro preghiere facendo comparire sulle mura che cingevano il castello l'immagine di un esercito. Pur non essendo reale, quella visione spaventò a tal punto gli invasori da spingerli a ripiegare verso il mare.

La festa di San Mamiliano ha inizio il 15 settembre e si protrae per quattro giorni. Recandoti a Giglio Castello in questa data, potrai assistere al palio dei somari, agli spettacoli pirotecnici e alla quadriglia.

I patroni dell'Isola del Giglio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento