Cultura & Società
stampa

Musica, in un cd il «Don Giovanni» che Simone Toni portò alla Pergola

Nasce da un sogno di un bravo musicista milanese, Simone Toni, grande amatore e conoscitore della musica di Mozart, la nuova incisione del Don Giovanni, nella versione che venne rappresentata alla Pergola di Firenze nel 2017.

Percorsi: Musica
La copertina del Cd

Non è un Don Giovanni di Mozart come ci si potrebbe aspettare da un’incisione discografica, quello che è stato presentato da Fornasetti a Milano, ovvero il CD e DVD dell’opera Il dissoluto punito ossia il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart e Lorenzo Da Ponte (Warner Classics). Naturalmente l’opera è proprio quella di Mozart, che ebbe la sua prima rappresentazione il 29 ottobre 1787 nel Teatro degli Stati di Praga, città che in quel momento era per Mozart molto più accogliente di Vienna, dove l’aristocrazia gli aveva tolto protezione in seguito alla scelta di mettere in musica le scomode (per il soggetto) Nozze di Figaro. A Praga la nobiltà non si sentiva attaccata dal contenuto di questa opera e, dunque, accolse Mozart e anche il suo Don Giovanni. La storia del ben noto libertino e seduttore, trasformata in libretto da Lorenzo Da Ponte (autore anche degli altri due libretti della cosiddetta «Trilogia Mozart-Da Ponte», ovvero Le Nozze di Figaro e Così fan tutte) è dunque quella. Quindi qual è la novità?

Nasce da un sogno di un bravo musicista milanese, Simone Toni, grande amatore e conoscitore della musica di Mozart. Toni inizia la sua carriera come oboista (primo oboe della Scala per anni), ma la sua passione per la musica del Settecento eseguita su strumenti originali lo ha spinto a cambiare vita e a dedicarsi alla prassi esecutiva della musica del secolo dei Lumi, fino a creare un’orchestra di strumenti d’epoca, Silete Venti, con la quale ha voluto anche realizzare il Don Giovanni del CD-DVD appena uscito.

Il progetto di Toni era quello di «ricreare con i suoni quel mondo (di Mozart ndr), catturarne l’antico incanto, soffiando via la spessa coltre di polvere depositata dal tempo e dalla morale». Ha voluto fare un «viaggio nel tempo, in cui il manoscritto del Don Giovanni, unico pervenutoci di suo pugno, iniziato a Vienna e completato a ottobre durante le prove a Praga, costituisce la fonte unica per questa registrazione». L’incontro con Barnaba Fornasetti, figlio di Piero e, come il padre, artista e designer, permette a Toni di mettere in scena il Don Giovanni dei suoi sogni, nel 2016 e, con più visibilità, al Teatro della Pergola di Firenze, nel gennaio 2017. Le scene di Fornasetti si ispirano ai disegni e alle grafiche dell’atelier e creano un’atmosfera onirica, bellissima, supportata dai bei costumi di Romeo Gigli. Per la regia di Davide Montagna lo spettacolo raccoglie consensi per questo connubio, nel quale la parte musicale curata da Toni permette di far sentire al pubblico «il Don Giovanni così come creato da Mozart per la prima di Praga, con i suoi emendamenti e senza le arie aggiunte per Vienna in un secondo momento».

Il CD e il DVD (con interpreti, scene, costumi e regia degli stessi protagonisti dello spettacolo fiorentino) suggellano così questo evento, rendendolo fruibile a chiunque, grazie al buon cast - Christian Senn (Don Giovanni), Renato Dolcini (Leporello), Raffaella Milanesi (Donna Anna), Lucia Martìn-Cartòn (Zerlina), Emanuela Galli (Donna Elvira), Andrés Agudelo (Don Ottavio), Mauro Borgioni (Commendatore e Masetto) - oltre, naturalmente, al coro e all’orchestra Silete Venti. Tutti magicamente trascinati da Simone Toni «verso una rinnovata ricerca sul suono e sulla parola, sui recitativi, sulla tensione emotiva del racconto».

Il cofanetto è in vendita per ora presso il Fornasetti Store di Milano in Corso Venezia.

Per ulteriori informazioni info@fornasetti.com

Musica, in un cd il «Don Giovanni» che Simone Toni portò alla Pergola
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento