Cultura & Società
stampa

Progetto Europeo Herit-Us, a Firenze la cultura a portata dei giovani e dei disabili

Play the City – The Hunt: Leonardo versus Michelangelo” questo il titolo della sfida a colpi di storia dell'arte che questa mattina ha visto i ragazzi dell'Istituto Cavour impegnati in una caccia al tesoro culturale a cielo aperto, nel centro storico di Firenze

Percorsi: Arte - Cultura - Firenze - Giovani
Giovani

L'evento rappresenta l'ultimo appuntamento in presenza del Progetto europeo HeritUs, promosso in Italia da Palazzo Spinelli per l'Arte e il Restauro, Associazione no profit Firenze, e sposato in ambito internazionale dagli Enti organizzatori delle principali fiere di restauro d’Europa.

«La caccia al tesoro ha coinvolto luoghi di grande importanza storica della nostra città -spiega Emanuele Amodei, presidente dell'Istituto per l'Arte e il Restauro Palazzo Spinelli-, in modo particolare Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, Santa Maria del Fiore e Santa Croce. In “Play the City - The Hunt” la caccia al tesoro ha avuto una durata di 2 ore e mezza e gli studenti, divisi in squadre, hanno dovuto risolvere diversi enigmi, giochi e indizi, tutti legati alla storia dell'arte fiorentina. Le loro attività in giro per la città sono state monitorate dagli assistenti di Play the City e dagli insegnanti. Il progetto -conclude Amodei- ha lo scopo di stimolare lo spirito di gruppo, il senso dell'orientamento, la curiosità, le abilità logiche, matematiche e di osservazione dei partecipanti. Inoltre si è posto come obiettivo la riscoperta e la valorizzazione dell'identità culturale fiorentina di questi ragazzi, che saranno i principali e futuri fruitori del patrimonio museale italiano».

“Play the City - The Hunt” racchiude infatti tutti gli ingredienti di un’avvincente caccia al tesoro moderna, con giochi di abilità nei luoghi in cui l’esperienza è vissuta. La sfida è inserita all’interno di una cornice narrativa in cui gli studenti giocatori-esploratori si muovono sulla scia di diversi indizi. Dotati del materiale di gioco cartaceo e riuniti in squadre, gli studenti conoscono la città, indizio dopo indizio, sfidandosi tra conoscenze storiche, capacità di orientarsi e indovinelli di vario genere, legati alla vita e alle opere di due geni assoluti, con due maniere differenti di vedere ed interpretare il mondo, in quella che era una Firenze in grande fermento.

I ragazzi si sono ritrovati questa mattina alle 10 in Piazza della Signoria, davanti alla fontana del Nettuno. Dopo il momento di spiegazione iniziale, i partecipanti sono stati divisi in squadre ed è stato consegnato loro il materiale necessario per partecipare al gioco.

Fonte: Comunicato stampa
Progetto Europeo Herit-Us, a Firenze la cultura a portata dei giovani e dei disabili
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento