Cultura & Società
stampa

Proseguono gli incontri ravvicinati con l'arte alla Galleria dell’Accademia di Firenze nelle aperture serali estive del martedì

Proseguono gli incontri per vedere con sguardo nuovo le opere delle collezioni del Museo: VOCI FIORENTINE è il ciclo offerto dal direttore della Galleria dell'Accademia di Firenze Cecilie Hollberg in occasione delle aperture prolungate serali del martedì, dal 5 giugno al 25 settembre 2018. Veri e propri incontri ravvicinati con l'arte, durante i quali importanti personalità «fiorentine» raccontano la propria, caratteristica, visione di un'opera e del suo autore al pubblico radunato intorno al capolavoro in oggetto.

Percorsi: Cultura - Firenze - Musei
Lorenzo Bartolini «Ninfa Arnina»

I relatori del programma sono gli storici dell'arte Tomaso Montanari, Antonio Natali, Antonio Paolucci, Carlo Sisi, l'Abate di San Miniato al Monte Bernardo Gianni, il comandante dei Carabinieri Lanfranco Disibio, Cristina Acidini presidente dell'Accademia delle Arti del Disegno, Paolo Ermini direttore del Corriere Fiorentino, Claudio Rocca direttore dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, Timothy Verdon direttore del Museo dell’Opera del Duomo, Luigi Zampini direttore del Conservatorio «Luigi Cherubini». Tra le opere trattate il San Matteo di Michelangelo, il Cassone Adimari de Lo Scheggia, i Fiati e Flauti dalla collezione del Conservatorio Luigi Cherubini, il modello del Ratto delle Sabine del Giambologna.

Gli incontri sono fissati dalle ore 19.30 alle 20.

Per il direttore Cecilie Hollberg: «L’iniziativa VOCI FIORENTINE è stata ideata per avvicinare il Museo ai cittadini, che grazie al generoso contributo di esperti d’arte di fama nazionale, possono meglio apprezzare  e comprendere alcuni capolavori custoditi nelle collezioni della Galleria dell’Accademia di Firenze».

I relatori d'eccezione, legati in modo speciale a Firenze, con la loro narrazione attualizzano le opere del passato, relazionandole a un presente vissuto e ne  sottolineano le potenzialità per il futuro. Un approccio originale, come contributo a una comprensione estesa e condivisa dell'arte.

Martedì 10 luglio: Claudio Rocca, direttore Accademia di belle arti di Firenze, «Ninfa Arnina» di Lorenzo Bartolini (1777-1850).

Martedì 17 luglio: Paolo Ermini, direttore del Corriere Fiorentino, «Cassone Adimari» de Lo Scheggia (1406-1486).

Martedì 4 settembre: Antonio Paolucci, Modello del «Ratto delle Sabine» di Giambologna (1529-1608).

Martedì 11 settembre: Tommaso Montanari, professore di Storia dell'arte moderna, Università degli studi di Napoli «Federico II», «Compianto di Cristo» di Santi di Tito (1536-1603).

Martedì 18 settembre: Carlo Sisi, «Monumento funebre a Virginia de Blasis», di Luigi Pampaloni (1791-1847).

Martedì 25 settembre: Antonio Natali, «Miracoli di san Zanobi» di Ridolfo del Ghirlandaio (1483-1561)

Galleria dell’Accademia di Firenze

Via Ricasoli, 58-60

www.galleriaaccademiafirenze.benicutlurali.it

Fonte: Comunicato stampa
Proseguono gli incontri ravvicinati con l'arte alla Galleria dell’Accademia di Firenze nelle aperture serali estive del martedì
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento