Cultura & Società
stampa

Quale futuro per gli smarthone cinesi senza android?

Lo scontro tra USA e Cina sta diventando ogni giorno sempre più acceso dopo la forte decisione del presidente americano Donald Trump di vietare l'acquisto e l'utilizzo di smartphone cinesi di marca Huawei in territorio americano. Il motivo? Per Washington i prodotti del colosso asiatico che si occupa di telecomunicazione sono un forte rischio per la sicurezza nazionale. Per questo, Huawei è stata inserita all'interno della cosiddetta Entity List, una sorta di vera e propria lista nera del Paese.

Percorsi: Scienza e tecnica
Giovani con smartphone

Non solo, è di pochi giorni fa la notizia che anche Google ha sospeso la licenza Android al colosso di Shenzhen. In altri termini, chi acquisterà un prodotto Huawei non potrà più utilizzare alcune app e servizi ormai indispensabili offerti da Mountain View. Ma la risposta dei capi dell'azienda cinese non si è fatta di certo attendere: da un po' di tempo a questa parte, infatti, Huawei ha deciso di sperimentare un nuovissimo sistema operativo tutto loro da commercializzare entro il 2020.

Huawei- USA: la guerra continua

Lo scontro tra Usa e Huawei pare sia tutto fuorché destinato a terminare. Il brand asiatico che commercializza alcuni dei migliori smartphone cinesi secondo amicopc.com  , è infatti stato bannato in America ed inserito all'interno di una lista nera poiché considerato poco sicuro da un punto di vista nazionale. La mossa americana mira ad isolare la società cinese all'interno del territorio USA rendendo sempre più difficile l'acquisto dei prodotti che vengono sempre più commercializzati. Non a caso, infatti, moltissimi americani dichiarano di essere totalmente dipendenti dai prodotti Huawei, in particolar modo dai suoi cellulari. Inoltre, la normativa ufficializzata dal presidente Donald Trump impone anche l'ottenimento di una precisa licenza per chi desidera ugualmente fare affari con Huawei in terra americana.

Ma non finisce qui: anche Google ha deciso di fare la sua personalissima «guerra» al colosso made in China. Gli accordi commerciali tra BigG e Huawei sono, infatti, destinati a cessare poiché Google ha deciso di revocare la licenza a Huawei per quanto concerne l'utilizzo del sistema operativo Android.

La risposta della società cinese, però, non si è fatta di certo attendere: i capi più alti dell'azienda, infatti, hanno dichiarato di star progettando un loro personalissimo sistema operativo, dal nome in codice, Kirin Os

Tutto sul nuovo sistema operativo

L'anno di nascita del nuovo sistema operativo targato Huawei è 2012. Già 7 anni fa, infatti, l'azienda cinese ha deciso di dare una vera svolta per quanto concerne la fruibilità e la navigabilità dei sistemi Huawei. Ma se all'inizio si progettava di rivolgerlo al solo mercato interno, la situazione oramai precipitata con gli USA ha decisamente cambiato i piani.

Huawei lo sa bene: un ottimo sistema operativo deve garantire sì, ottime app e funzionalità ma deve anche preservare il buono utilizzo di piattaforme già consolidate come Whatsapp, Facebook e Instagram. Per questo, il nuovo sistema operativo Huawei, dal nome Kirin Os, prevederebbe sempre la possibilità di utilizzare queste app ma anche di provarne di nuove.

Non solo: questo nuovo OS sarebbe stato pensato da Huawei un po' in stile Apple: il sistema operativo, infatti, non verrebbe utilizzato solo da cellulare ma anche allargato a tablet e pc (considerato il fatto che probabilmente anche Windows potrebbe sospendere gli accordi con Huawei come fatto da Google).

Secondo alcune fonti vicine all'azienda cinese, il nuovo sistema operativo potrebbe esser lanciato già a fine 2019, anche se non c'è nulla di certo in merito. Altre fonti parlano, infatti, di primavera del 2020.

E per chi ha già un telefono Huawei con Android?

Per quanto concerne i già possessori di telefono Huawei con Android, le cose non cambieranno in modo così considerevole. Difatti, il titolare del cellulare non perderà di certo le sue app preferite, tuttavia potrebbe non avere la ormai fondamentale possibilità di attuare degli aggiornamenti delle stesse. Per quanto concerne, invece, l'utilizzo di app come Gmail di proprietà Google, chi possederà un telefono Huawei potrebbe non avere la possibilità di accedervi tramite smartphone ma solo tramite web browser, cioè con il pc.

Quale futuro per gli smarthone cinesi senza android?
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento