Cultura & Società
stampa

SHOAH: PROVINCIA FIRENZE APRE MOSTRA ECCIDIO FAMIGLIA EINSTEIN

Percorsi: Cultura
Parole chiave: shoah (78), lager (27), firenze (398), mostre (298)

(ASCA) - Nel giorno della Memoria la Provincia di Firenze apre la mostra «Gli Einstein a Firenze e dintorni». L'esposizione, con l'aiuto dei quadri realizzati da Lorenza Mazzetti, ricorda la drammatica vicenda dell'eccidio del Focardo, che vide protagonisti i componenti della famiglia di Robert Einstein, cugino di primo grado del famoso scienziato Albert Einstein. Il massacro, avvenuto il 3 agosto 1944 a Rignano (Fi), a firma delle milizie naziste, provocò la morte di tre donne: Cesarina (detta Nina) Mazzetti, Luce ed Annamaria (detta Cicì) Einstein, rispettivamente moglie e figlie di Robert Einstein. La mostra s'inaugura questo pomeriggio alla presenza dell'autrice e nipote di Robert Einstein e "intende offrire un'occasione culturale alla città, ma soprattutto ricostruire una vicenda di storia locale, vicina a noi, affinché tutto quello che è successo non si ripeta mai più - afferma il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci -. Le iniziative che ricordano il Giorno della Memoria non sono quindi un semplice esercizio retorico, ma un 'vaccino a copertura totale' contro la furia distruttrice dell'integralismo nazi-fascista". La mostra sarà visitabile fino al 19 febbraio, nelle Sale dell'Istituto Storico della Resistenza. Dal Treno della Memoria, organizzato dalla Regione Toscana, arriva intanto anche il saluto dell'assessore provinciale alle Politiche Sociali Antonella Coniglio, di ritorno a Firenze quest'oggi. "É stata una esperienza memorabile, per me e per tutti i ragazzi provenienti da ogni angolo della Toscana - commenta Antonella Coniglio -. Negli studenti ho visto grande consapevolezza e coinvolgimento

SHOAH: PROVINCIA FIRENZE APRE MOSTRA ECCIDIO FAMIGLIA EINSTEIN
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento