Cultura & Società
stampa

Santo Spirito, la basilica dell'oltrarno fiorentino prova a ripartire dalla cultura

Il quartiere di Santo Spirito è l’emblema dei contrasti, del chiaro-scuro, delle opposizioni. La piazza di notte diventa terra di tutti e di nessuno, del rumore e dello schiamazzo, del disordine e degli eccessi. Ma il Convento che nel 1250 dette vita a questa affascinante parte di Firenze, non ha mai rinunciato alla sua missione edificatrice, all’antico ruolo di faro per un’umanità «in cerca» che ebbe il suo massimo splendore proprio nell’Umanesimo fiorentino, sorprendente preludio al Rinascimento delle Arti. 

Percorsi: Arte - Cultura - Firenze
crocifisso Michelangelo

Adesso, dopo lo stordimento del lockdown e le sue conseguenze, le coscienze devono riappropriarsi di quella dimensione spirituale che aveva avuto piena espressione proprio nelle numerose iniziative organizzate dalla comunità agostiniana, composta dai frati e dai numerosi laici legati a questa splendida realtà dell’Oltrarno. 

Proprio nel periodo di massima allerta per la diffusione dell’epidemia che ha messo in ginocchio l’intera umanità, a Santo Spirito si sarebbero dovuti svolgere i celebri Convegni introdotti nel ’300 da Luigi Marsili e ripresi nel Novecento dal priore Gino Ciolini. Il tema dell’edizione del 2020 era stato scelto con attenzione ed entusiasmo dalla commissione organizzatrice: La donna nel pensiero di San’Agostino e nell’arte di Santo Spirito, ma purtroppo non è stato possibile dare seguito agli incontri. Pertanto il prossimo anno tale argomento sarà riproposto, con gli stessi autorevoli relatori (Ludovica Sebregondi, Elena Giannarelli, Giovanni Cipriani) puntando sempre l’attenzione al genio femminile. I convegni ripartiranno a marzo del 2021, ma a settembre del 2020 avremo già una significativa anticipazione con la celebrazione del ventesimo anniversario del ritorno del Crocifisso ligneo di Michelangelo a Santo Spirito. Lunedì 14 settembre alle ore 17,30 il prof. Giovanni Cipriani introdurrà la testimonianza di Eve Borsook, storica dell’arte e grande amica di Barbara Schleicher, la restauratrice che conferì una nuova vita all’opera michelangiolesca dopo il sorprendente ritrovamento effettuato da Margrit Lisner nel 1962 all’interno del Convento agostiniano con l’aiuto di padre Guido Balestri; tre donne, il cui lavoro ha permesso a tutti noi di tornare a godere della indescrivibile bellezza della scultura del giovane artista fiorentino. In quest’occasione verrà presentata l’edizione riveduta del saggio di Albino Todeschini, in lingua inglese ed italiana, dedicato al Crocifisso di Santo Spirito. Un momento, dunque di altissimo livello divulgativo e culturale. Inoltre il 24 settembre la Compagnia delle Seggiole si cimenterà ancora una volta nella lettura di alcuni passi salienti delle «Confessioni» di Sant’Agostino.
Sempre in linea con il tema dei convegni, un’altra anticipazione avrà luogo martedì 25 settembre con la presentazione del volume «La Donna nel pensiero di Agostino» di Antonio Pieretti, Donatella Pagliacci ed Elisabetta Tarchi. Dunque una ripartenza ricca di spunti di riflessione, in totale sicurezza secondo la normativa anti-Covid grazie all’enorme spazio disponibile all’interno della basilica e all’intervento dei numerosi volontari impegnati nella sanificazione dei locali e degli oggetti.
Segnaliamo, inoltre, il 28 agosto un appuntamento ormai tradizionale per la solennità del Santo Padre Agostino: alle 18 la Messa cantata diretta dal maestro Edoardo Materassi animata dal coro di SestoInCanto. Il programma è ricco, ma potrebbe subire delle variazioni per cui invitiamo tutti gli interessati a tenere sott’occhio il sito della Basilica dove vengono riportati puntualmente tutti gli eventi con date e orari (www.basilicasantospirito.it).

Santo Spirito, la basilica dell'oltrarno fiorentino prova a ripartire dalla cultura
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento