Cultura & Società
stampa

Televisione: Baggio (Aiart), “è malata se per qualche punto di share strumentalizza i bambini”

L’Aiart interviene, tramite il presidente nazionale Giovanni Baggio, sulla scelta del talk show pomeridiano “Domenica Live” di portare davanti alle telecamere un bambino di 4 anni, figlio dell’ex gieffino Pierpaolo Petrelli, evidenziando “l’inopportunità di pagine televisive che sfruttano sistematicamente i bambini ad uso degli adulti”, sollecitando una “riflessione seria su come tutelare l’infanzia nei media” e lanciando “l’ennesimo appello al garante dell’infanzia”: “Che fine ha fatto la tutela dei minori?”.

Percorsi: Aiart - Tv
Baggio

“I bambini non sono star ad uso degli adulti – afferma il presidente nazionale dell’Aiart -. Una tv che insegue prioritariamente gli ascolti, fa leva sulle dinamiche emotive legate alla presenza dei minori, sui sentimenti di tenerezza e protezione che essi suscitano e non disdegna la strumentalizzazione dei bambini per qualche punto di share è un tv malata”.

Dinanzi a “una regolamentazione frammentata e inefficace e al silenzio degli organismi di vigilanza – conclude l’associazione cittadini mediali – la ‘spinta’ devono darla i teleutenti che, dopo la sacrosanta indignazione, devono protestare, segnalare e denunciare alle Procure o più, agevolmente, all’Aiart che provvederà a inoltrare le denunce”.

Fonte: Sir
Televisione: Baggio (Aiart), “è malata se per qualche punto di share strumentalizza i bambini”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento