Vescovi toscani
stampa

Conferenza episcopale toscana, il comunicato dei lavori: le nomine al Tribunale Ecclesiastico

Lunedì 8 aprile 2019 la Conferenza Episcopale Toscana si è riunita nell’abbazia di Monte Oliveto Maggiore, ospite dell’Abate Generale Diego Rosa e di tutta la comunità, in occasione dell’apertura del 700° anniversario della fondazione della Congregazione Olivetana.

Percorsi: Cet
Conferenza episcopale toscana, il comunicato dei lavori: le nomine al Tribunale Ecclesiastico

Durante la giornata i Vescovi toscani hanno partecipato insieme ai monaci alla celebrazione eucaristica, presieduta dal Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze e Presidente della CET, per fare memoria di San Benedetto. I Vescovi hanno espresso gioia per la bella ospitalità e gratitudine al Signore per la feconda presenza, da tanti secoli, di questi monaci in terra toscana e nel mondo. Profondi ringraziamenti sono stati rivolti all’Abate, insieme all’augurio di mantenere viva, in questo tempo, la testimonianza del monachesimo benedettino.

Nell’approssimarsi della Pasqua, i Vescovi toscani hanno rivolto a tutti i fedeli l’invito a vivere con intensità di fede e di carità i giorni della Passione, Morte e Risurrezione del Signore, trovando nella partecipazione alle sacre liturgie della Settimana Santa una fonte di vita.

In apertura dei lavori, il cardinale Betori ha riferito sulla recente riunione del Consiglio Episcopale Permanente. I Vescovi si sono soffermati in particolare su due punti. Hanno espresso piena condivisione con quanto espresso dal Consiglio circa il valore e lo stile della sinodalità, da acquisire sempre di più nella chiesa: un camminare insieme che richiede profondo respiro ecclesiale, collegialità, partecipazione, coinvolgimento convinto del laicato. Lo stile sinodale, invocato in più occasioni da Papa Francesco e accolto dalla Chiesa italiana, aiuta a superare individualismo, clericalismo, staticità e paura del nuovo. L’altro argomento affrontato dal Consiglio Permanente della CEI, su cui i Vescovi toscani hanno espresso la loro consonanza, riguarda gli orientamenti emersi sul tema dell’accoglienza dei migranti e delle persone fragili: la Chiesa vuole contribuire a far crescere una cultura dell’integrazione e al superamento dell’indifferenza. Si condivide in special modo l’idea che, “pur rimanendo nel sistema istituzionale di accoglienza in contatto con le prefetture, si intende riservarci però la possibilità integrare i servizi con attività autofinanziate”. C’è la volontà quindi di  continuare ad ospitare anche le persone che potrebbero essere dimesse dai Centri di Accoglienza Straordinaria e trovarsi fuori da qualsiasi forma di protezione, perché nessuno sia escluso.

Sono stati rinnovati gli incarichi del Tribunale Ecclesiastico Regionale Etrusco (in calce, l’elenco completo delle nomine). I Vescovi hanno espresso il loro plauso per il lavoro encomiabile che sta facendo il Tribunale, rivelandosi uno strumento pastorale di grande rilevanza per le Chiese della toscana, in risposta a quanto richiesto da Papa Francesco che nella riforma del processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità del matrimonio emanata nel 2015 ha ribadito che il fine supremo di ogni istituzione ecclesiale è, oggi come ieri, “la preoccupazione della salvezza delle anime”.

I Vescovi hanno incontrato i vertici della Facoltà Teologica dell’Italia Centrale (il Preside, mons. Basilio Petrà e il Vicepreside, don Gianni Cioli) e dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Toscana “Santa Caterina da Siena”, col suo nuovo Direttore don Stefano Grossi e con l’economo, Dr. Marco Pianorsi, per la presentazione del bilancio consuntivo e previsionale dell’ISSR. È stato ribadito l’impegno convinto da parte delle diocesi a sostenere, anche economicamente, le attività dell’Istituto, il cui cammino si è ormai avviato e sta superando le difficoltà degli inizi. L’ISSR “Santa Caterina da Siena” rappresenta una sfida importante anche per la sua struttura di realtà regionale ma con quattro poli di insegnamento (Firenze, Arezzo, Siena, Pisa) attraverso un sistema di collegamento telematico.

L’incontro con i vertici dell’ISSR è’ stata l’occasione anche per lanciare un invito a giovani motivati e consapevoli a intraprendere la via dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado. Si nota infatti in questi anni un decremento degli iscritti che fa presagire una certa difficoltà in un prossimo futuro da parte delle diocesi a trovare insegnanti di religione. Un servizio di grande valore sia dal punto di vista professionale che dell’impegno ecclesiale, che si spera venga tenuto nella giusta considerazione.

Ha preso il via nelle Diocesi la preparazione al pellegrinaggio ad Assisi per l’offerta, da parte dei Comuni toscani, dell’olio per la lampada che arde davanti alla tomba di San Francesco il 3 e 4 ottobre prossimi. È stato costituito il comitato regionale preparatorio, che si è messo al lavoro e sta predisponendo il materiale necessario. Domenica 19 maggio sarà dato l’annuncio ufficiale del pellegrinaggio in tutte le chiese della Toscana, con l’invito a tutte le comunità cristiane della regione a riscoprire la straordinaria figura di San Francesco, grande testimone del Vangelo.

E’ stato raccolto l’invito del Papa a celebrare, nel prossimo ottobre, un mese missionario straordinario. Sono state accolte le proposte della commissione regionale e fin da ora si prevede un incontro regionale a Livorno il 13 ottobre p.v.

I Vescovi hanno approvato l’introduzione della causa di beatificazione per Amata Cerretelli (Prato) e p. Agostino da Montefeltro ofm (Pisa).

È stato presentato il convegno promosso dalla Commissione regionale per la pastorale sociale e del lavoro, che si svolgerà a Massa Marittima sabato 4 maggio sul tema: “Una nuova economia? Proposte alla luce della Dottrina sociale della Chiesa”.

 Nomine al Tribunale Ecclesiastico Regionale Etrusco

Vicario Giudiziale, confermato per un quinquennio

Mons. Dr. Roberto Malpelo, diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza

Vicario Giudiziale Aggiunto, confermato Don Dr. Pedro Daniel Dalio, Firenze

 

Giudici:

Confermati per il prossimo quinquennio

Padre Dr. Claudio Baleani, mdm (Missionari di Maria), Massa Carrara-Pontremoli

Mons. Dr. Gino Biagini, Pisa

Don Antonio Burattini, Pitigliano-Sovana-Orbetello

Padre Dr. Chyzostom Jaroslaw Fryc, ofm (frati minori), Montepulciano-Chiusi-Pienza

Don Stefano Mareggini, Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino

Don Simone Nencioni, Firenze

Don Stanislas Ngendakumana, San Miniato

Don Michele Palchetti, Pistoia

Don Dr. Daniele Rialti, Firenze

Don Dr. Mauro Solbiati, Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino

Don Alberto Vanzi, Livorno

nuova nomina per il prossimo quinquennio: Don Dr. Marek Sygut, Terni (in servizio a Pisa)

 

Promotori di Giustizia e Difensori del vincolo:

confermato per il prossimo quinquennio Don Dr. Mario Brotini, San Miniato

nuova nomina per il prossimo quinquennio Don Emanuele Salvatori, Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino

 

Altri Difensori del vincolo:

Confermati per il prossimo quinquennio:

Don Gregorio Bibik, Massa Marittima-Piombino

Dott. Fabrizio Giannoni

Don Renato Monacci, Lucca

Nuove nomine per il prossimo quinquennio:

Padre Livio Crisci, ofm (frati minori)

Don Raphael Nnaemeka Ejimonye, Orlu-Nigeria (in servizio a Montepulciano-Chiusi-Pienza)

Conferenza episcopale toscana, il comunicato dei lavori: le nomine al Tribunale Ecclesiastico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento