Dossier

Dossier stampa

E' durato solo due giorni il Conclave seguito alla rinuncia di Benedetto XVI. Al quinto scrutinio, i cardinali elettori hanno scelto l'argentino di origini italiane Jorge Mario Bergoglio, gesuita, 76 anni da poco compiuti, arcivescovo di Buenos Aires (la scheda). Ha scelto di chiamarsi Francesco, un nome importante per la Chiesa, ma che nessuno dei suoi predecessori aveva mai usato.

Un atto compiuto «in piena libertà per il bene della Chiesa», sostenuto dalla «certezza che la Chiesa è di Cristo», che «non le farà mai mancare la sua guida e la sua cura». Così il Papa ha spiegato durante l'udienza generale di inizio Quaresima, la sua decisione di rinunciare al ministero di successore di Pietro, annunciata a sorpresa e in latino durante il Concistoro dell'11 febbraio.

262 Padri sinodali, provenienti da tutto il mondo, per la XIII Assemblea ordinaria del Sinodo dei vescovi, che ha per tema la «Nuova evangelizazione» (8-28 ottobre 2012). Il tema è stato scelto dal Papa dopo un'ampia consultazione con tutti gli episcopati. Ecco il nostro speciale.

«Non ci sono norme codificate. C'è sempre una problematica di rapporto medico-paziente. Ogni caso è un caso a sé. Per me medico cattolico ci sono due paletti: il no all'eutanasia, sia attiva che passiva e il no all'accanimento terapeutico. Tra questi due paletti fermi, s'instaura un rapporto che arriva fino alla fine». Il dottor Stefano Giannoni dirige dal settembre 2008 l'unità operativa di terapia antalgica dell'ospedale «San Giuseppe» di Empoli. Di malati terminali come il card. Martini ne ha visti tanti e mette in guardia dallo stereotipo di chi descrive i cattolici come quelli dell'«accanimento terapeutico».

La «Costa Concordia» alle 21,45 di venerdì 13 gennaio è andata a sbattere contro gli scogli delle Scole, che si trovano a 150 metri dalla costa, alla velocità di 15 nodi, durante una manovra di avvicinamento all'Isola del Giglio per un «inchino», effettuato manualmente dal comandante Francesco Schettino, 52 anni. A bordo della nave, proveniente dal porto di Civitavecchia e destinata ad approdare a Savona, vi erano 4.229 persone, di cui oltre mille di equipaggio. Dopo l'impatto, che causa uno squarcio di circa 70 metri, la nave frena bruscamente con i locali motori subito invasi dalle acque e con un blackout.

Toscana Oggi propone, nelle domeniche di Quaresima, un percorso alla scoperta delle virtù. Un tema che può sembrare «antico», ma che in realtà ha molte cose da dire all'uomo di oggi. Un tema che giunge fino a noi attraverso la storia della filosofia e del pensiero cristiano, della letteratura, delle scienze umane. Ecco le riflessioni su prudenza, temperanza, giustizia, fortezza, fede, speranza e carità. La felicità? Si realizza con azioni virtuose (di ADRIANO FABRIS)

Chiesto da numerosi vescovi, L'Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi è stata indetta da Benedetto XVI dopo il viaggio in Terra Santa, nel maggio 2009. La preparazione è stata piuttosto breve. Il primo documento di lavoro («Lineamenta») è stato pubblicato il 19 gennaio 2010. Durante la visita a Cipro (4-6 giugno 2010) l'apertura simbolica del Sinodo con la consegna ai patriarchi dell'«Instrumentum laboris». Ecco il nostro «speciale».

E' l'Emilia Romagna la regione più “vivibile” per gli immigrati che risiedono nel nostro paese. In particolare, il potenziale di integrazione più alto in tutta Italia spetta alla provincia di Parma che brilla, tra gli altri, per tasso di costitutività familiare e grado di accessibilità del mercato immobiliare. Questa la fotografia scattata dal VII Rapporto Cnel sugli indici di integrazione degli immigrati in Italia.