Dossier

Dossier stampa

Si chiama Distretto di economia solidale, e assomiglia a un grande «contenitore». Raccoglie al suo interno imprese, cooperative, gruppi di acquisto solidale, consumatori, associazioni: un tavolo di confronto e scambio reciproco per tutelare il consumo critico e sostenere i produttori di beni equi e solidali, biologici, sostenibili.
DI CATERINA GUIDI

Nelle domeniche quaresimali la Parola di Dio ci mostra sette aspetti diversi e complementari del volto di Cristo, orientandoci verso la gioia della Pasqua. Un cammino che troviamo rispecchiato nei tanti nomi con cui viene chiamato il quarto sacramento, quello della Confessione. 1. Da peccatori a creature nuove (Benito Marconcini) | 2. I primi cristiani si confessavano così (Carlo Nardi) | 3. Diario di un confessore (intervista a Piotr Anzulewicz)

«Tra crisi economica, sviluppo sostenibile e sistema solidale. Il ruolo dell'informazione». Questo il tema del convegno nazionale che la Fisc promuove dal 12 al 14 novembre a San Miniato (Pisa) in occasione dei 70 anni del settimanale diocesano La Domenica, dei 25 anni del settimanale cattolico regionale Toscana Oggi, testata in cui «La Domenica» è confluita, e  dei 20 anni dell'agenzia di informazioni Sir.

Il solenne elogio tributato alla figura di don Primo Mazzolari da Benedetto XVI nell'udienza del 1° aprile scorso (ma, ancor prima il cordiale abbraccio di Giovanni XXIII nell'udienza del 1959 e il postumo riconoscimento di Paolo VI all'indomani dei suoi funerali) sembra fare giustizia delle incomprensioni, ed anche delle censure, subite da Mazzolari nel corso della sua vita.
DI GIORGIO CAMPANINI

In occasione della Pasqua (cuore e vertice della fede cristiana) abbiamo voluto chiedere a tre persone abituate «per mestiere» all'uso della ragione (un teologo, un filosofo, uno scienziato) di spiegarci la loro scelta di fede. «Perché credo» è il tema che abbiamo sottoposto loro, e  che ognuno ha sviluppato secondo la propria prospettiva. Ne è venuto fuori un confronto «alto» sulle ragioni della fede, che offriamo ai nostri lettori come contributo e come stimolo perché ciascuno possa cercare anche le ragioni del proprio credere.

Come ogni anno, Toscanaoggi propone ai suoi lettori durante le domeniche di Quaresima un itinerario di meditazione. In occasione dell'Anno Paolino, indetto dal Papa per il bimillenario della nascita di San Paolo, il percorso di quest'anno è incentrato intorno all'«Apostolo delle Genti». Ad illustrare, secondo alcune prospettive particolari, l'opera e la predicazione paolina è monsignor Benito Marconcini, noto biblista e docente alla Facoltà Teologica dell'Italia Centrale

SYDNEY. Tsunami of faith and joy, così titolava The Sydney Morning Herald, all'alba del giorno seguente la chiusura della Gmg. Anche se il termine tsunami porta inevitabimente con sé anche l'idea della catastofe e della distruzione, dopo la due giorni conclusiva della Gmg 2008 i giovani pellegrini toscani lo fanno loro perché pensano alla Gmg vissuta come ad un'occasione che ha profondamente marcato la storia della Chiesa in Australia e nel mondo. Uno tsunami positivo potremmo dire, particolarmente potente per le ondate riversate sulla città di Sidney e la nazione australiana. IL NOSTRO SPECIALE | I DISCORSI DEL PAPA

Nelle cinque domeniche di Quaresima, Toscanaoggi propone ai suoi lettori una galleria di figure della Via Crucis. Don Angelo Silei, biblista, tratteggerà il profilo di alcuni dei personaggi che Gesù incontra nelle varie stazioni. Figure che vengono dal Vangelo, come i due ladroni, mescolate a figure che fanno parte della tradizione popolare, come la Veronica; personaggi storici come Pilato, e personaggi di cui conosciamo solo il nome e poco più, come Simone di Cirene. Figure in cui possiamo identificarci: nel loro atteggiamento verso Gesù sofferente (scherno, indifferenza, pianto, compassione, misericordia…) ognuno può riconoscere il proprio modo di vivere la fede. PILATO | IL CIRENEO | LE «PIE DONNE» | IL BUON LADRONE | MARIA |

Lourdes quest'anno festeggia i centocinquant'anni dalla prima apparizione della Madonna alla giovane Bernadette. È una tappa importante in un percorso di fede che si esprime anche nei numeri: sei milioni di presenze l'anno, ottantaquattromila volontari, tanto per citare la forza di un luogo mariano per il quale anche gli scettici e i non credenti hanno rispetto estremo. Per quest'anno speciale Benedetto XVI ha concesso anche l'indulgenza plenaria a chi, fino all'8 dicembre 2008, visiterà la grotta delle apparizioni. Ecco il nostro speciale: Con Maria Dio si fa uomo anche debtro di noi (Savagnone) | 120 volte a Lourdes. Intervista a mons. Bertelli | Il senso del viaggio (Alberti) | Le testimonianze dei pellegrini | L'impegno dell'Unitalsi.