Dossier

Dossier stampa

Romanzi come «Il codice da Vinci» o saggi come l'«Inchiesta su Gesù» di Corrado Augias e Mauro Pesce: sono tanti i libri usciti negli ultimi tempi che mettono in discussione la «storicità» dei Vangeli, facendo passare l'idea che dalla ricerca storica potrebbe emergere un Gesù diverso rispetto a quello della tradizione cristiana. Toscanaoggi propone un itinerario quaresimale in cinque puntate per conoscere il «Gesù della storia», che è anche il «Gesù della fede».
• 1. Cristo, ignorato dalla cronaca prima di entrare nella storia
• 2. La nascita e l'infanzia di Yehoshua ben Yosef
• 3. Dal Battesimo alla morte, tre anni di «vita pubblica»
• 4. La Crocifissione. Due processi nella notte per risolvere un problema
• 5. La ricerca storica si ferma di fronte a una tomba vuota

Si intitola «Diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi» il disegno di legge approvato dal Consiglio dei ministri giovedì 8 febbraio e che verrà presentato al Senato. Il testo, composto da 14 articoli, è stato predisposto dal ministro per la famiglia Rosy Bindi e da quello delle pari opportunità Barbara Pollastrini. Nostra intervista a Francesco Belletti, direttore del Centro internazionale studi famiglia. Ecco anche le reazioni dell'associazionismo cattolico.

I lettori ci scrivono

540 studenti delle medie superiori, con i loro insegnanti, e circa 200 amministratori locali, hanno partecipato dal 28 gennaio 1l 1° febbraio 2007 al «Treno della memoria», organizzato per la quinta volta dalla Regione Toscana. Meta del viaggio Cracovia e i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. Sul treno, anche il nostro Andrea Fagioli che ha curato per noi questo reportage. Il "diario" giornaliero: Lunedì 29 gennaio | Martedì 30 gennaio | Mercoledì 31 gennaio | Giovedì 1 febbraio

Un "treno della memoria" con 540 studenti delle medie superiori e circa 200 amministratori locali, partito da Firenze il 28 gennaio, ha raggiunto in questi giorni Cracovia e i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. Sul treno, organizzato per la quinta volta dalla Regione Toscana, anche il nostro Andrea Fagioli che cura per noi questo "diario" giornaliero. Lunedì 29 gennaio | Martedì 30 gennaio | Mercoledì 31 gennaio | Giovedì 1 febbraio

In occasione dei 200 anni dalla nascita dell'«Eroe dei due mondi» saranno numerose le iniziative per ricordare una delle figure più note e popolari del Risorgimento e non solo. Una di quelle figure di cui è proibito parlare male, figuriamoci in occasione di un bicentenario quando l'esaltazione e la retorica sono la salsa quasi obbligata di ogni commemorazione. E invece ora che tanto tempo è passato varrebbe forse la pena di vedere «il Comandante» in una luce anche critica senza pretendere di demolire una leggenda o di distruggere un monumento.

Il 20 dicembre 2006 è morto a Roma Piergiorgio Welby, malato di distrofia muscolare dal 1963. A staccare la spina del suo respiratore, un anestesista di Cremona. Il caso, sul quale indaga anche la magistratura, ha suscitato molto dibattito nel paese. Welby, copresidente dell'Associazione Luca Coscioni, aveva chiesto infatti che gli fosse riconosciuto il diritto a morire, interrompendo le cure mediche. Il suo dramma personale è diventato così un caso politico. E ha fatto discutere anche il "no" del Vicariato di Roma a celebrare funerali religiosi.

Il 2007 annuncia alcune importanti scadenze per l'Europa e promette la maturazione di alcuni processi da tempo in corso negli altri continenti. Per l'Europa l'anno si è aperto con un ulteriore allargamento a Romania e Bulgaria e la scommessa del 2007 è riuscire a far ripartire il discorso sulla Costituzione europea. Ecco una panoramica delle questioni sul tappeto nei cinque continenti.

«Caro presepe, sei l'immagine bella, la foto di un amore antico.» Lo scrive il vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza in questa «lettera aperta» alla tradizionale rappresentazione della natività che, sulla scia di Francesco, viene allestita nelle case, nelle piazze e nelle chiese di tutto il mondo. E l'imam di Firenze Izzedin Elzir ci spiega come gli islamici non abbiano niente contro questa tradizione

Gonfaloni d'argento a uomini e donne che "per la loro attività personale o in rappresentanza di associazioni", opernado "a livello internazionale nel volontariato, rappresentano tutti i continenti e portano quotidianamente il loro contributo affinchè la libertà venga liberata". Così il presidente del consiglio regionale Riccardo Nencini ha introdotto mercoledì 29 novembre la cerimonia di consegna dei riconoscimenti voluti in occasione della Festa della Toscana, che si celebra il 30 novembre.

Torna questo sabato 25 novembre la «Colletta alimentare». Chi fa la spesa in uno dei 366 punti vendita prescelti (il cui elenco è consultabile sul sito www.bancoalimentare.it ) riceverà al suo arrivo una busta da riempire a suo piacimento e riconsegnare all'uscita. I prodotti suggeriti dal Banco Alimentare sono, come sempre, olio, omogeneizzati, prodotti per l'infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi. Ecco come vengono utilizzati prodotti raccolti...