Referendum legge 40

stampa

La legge sulla procreazione medicalmente assistita "non è più rinviabile", e anzi "un ulteriore rinvio sarebbe del tutto incomprensibile, perché impedirebbe l'approvazione della legge entro novembre". E' il giudizio dei vescovi – pronunciato da mons. Giuseppe Betori, segretario generale della Cei - sul disegno di legge "bloccato" nei giorni scorsi al Senato (dopo il "sì" della Camera 15 mesi fa) in seguito alle proteste di alcune donne parlamentari. Blocco, tuttavia, scongiurato. Il 30 settembre è infatti cominciata la discussione generale e il voto finale è prevista dopo la Finanziaria. Presentiamo una riflessione in materia del teologo Marco Doldi e una scheda sulla nuova legge.