Father Harry Reynolds Smythe

La copertina del libro

Renato Rossi,
Father Harry Reynolds Smythe. Pellegrino dell'Unità, Edizioni Cooperativa Firenze 2000, Firenze 2015, 224 pp. euro 15 (+ 1 per la spedizione)

Terzo volume della collana «Testimoni di ecumenismo» dedicato ad un illustre membro della Comunione Anglicana (Harry Reynolds Smythe, morto il 2 2luglio 2005) che, pur non essendo toscano, ha avuto contatti significativi con le Chiese della regione dove, fin dagli anni Settanta fu chiamato a partecipare ad incontri ecumenici. Nel 1981, al termine del suo mandato di direttore del Centro Anglicano di Roma, intraprese un pellegrinaggio a piedi dalla Cattedra di San Pietro alla Cattedra di Agostino a Canterbury, offrendolo per l'Unità dei cristiani, in particolare per la Chiesa Anglicana e quella Cattolica Romana, incoraggiato dall'Arcivescovo di Canterbury, Robert Runcie, e da Giovanni Paolo II. Di questo pellegrinaggio redasse in inglese un diario che Renato Rossi, direttore dell'Ufficio per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso dell'Arcidiocesi di Siena-Colle Val d'Elsa- Montalcino, ce lo propone corredato da una scheda biografica e da una introduzione di mons. Mansueto Bianchi.