Arezzo
stampa

Anziani e donne in difficoltà: nuovi servizi in Valdichiana.

Dalle case di riposo alle strutture d'accoglienza per le mamme e i loro figli. La vallata oasi felice per le persone non più autosufficienti. E a Camucia ha una nuova sede la Casa nata grazie all'associazione «Donne insieme».

Le strutture e i centri residenziali per anziani e persone non autosufficienti sono servizi indispensabili per molte famiglie. E sotto questo aspetto la Valdichiana può considerarsi un'isola felice, considerato – come ci assicura un funzionario della Asl8 – che «le liste di attesa per ottenere un posto nelle varie Rsa del territorio vedono un totale di 8-10 persone con circa 10-15 giorni necessari per un posto». A Camucia è presente in via Capitini una Rsa dell'Asl 8 con venti posti letto per anziani non autosufficienti. Sempre a Camucia la nuova struttura del centro residenziale anziani «Camilla Sernini», realizzata dal Comune di Cortona, ha 24 posti letto, di cui nove per non autosufficienti; mentre il diurno conta dodici posti per autosufficienti. È presente a Camucia anche il Centro Alzheimer di zona con dieci posti letto. A Terontola la struttura privata «Santa Rita» conta 33 posti letto, di cui tre per non autosufficienti, convenzionati con l'Asl. Una situazione, quindi, di tutto rispetto che riesce a far fronte alle necessità più impellenti. E vicino a noi com'è la situazione? «A Castiglion Fiorentino – spiega il funzionario – la Rsa per anziani non autosufficienti conta 25 posti letto che vanno ad integrare un seconda struttura per anziani, la "Serristori" di piazza San Francesco, per anziani autosufficienti con quaranta posti. A Foiano è, inoltre, presente una "Casa famiglia" con 25 posti letto; a Lucignano funziona una Rsa con 18 posti letto per anziani non autosufficienti e una casa di riposo comunale con 25 posti letto, di cui quattro per non autosufficienti. Da non dimenticare che in tutti i Comuni della Valdichiana è operante il servizio di assistenza domiciliare».
A queste strutture va aggiunta una Casa di accoglienza per donne e minori in difficoltà economiche e psicologiche che, dal giugno 2001, è aperta a Camucia grazie al contributo di Coop Centroitalia. L'associazione «Donne insieme» ha coinvolto il referente della zona socio-sanitaria della Valdichiana aretina, nella persona del sindaco di Cortona, per un progetto di zona rinnovabile di anno in anno. Le ospiti della Casa, in affitto all'associazione «Donne insieme», vengono individuate e inviate dai servizi sociali dei Comuni della Valdichiana. Dal 2001 ad oggi nella Casa sono state ospitate donne di varia nazionalità, in maggioranza straniere con qualche presenza italiana. Sono storie diverse che portano con sé problemi economici, difficoltà di inserimento lavorativo, mancanza di abitazioni a costi sostenibili, oppure storie di maltrattamenti, di percorsi di uscita dalla prostituzione o da dipendenze: tutte situazioni che hanno comunque bisogno di sostegno per la conquista o la riconquista di un'autonomia esistenziale. Le donne ospitate sono state fino ad ora quindici (di cui quattro italiane) e quattordici bambini. La casa, che per dieci anni era situata in via Sacco e Vanzetti, ha trovato, dal 30 dicembre, una nuova sede, con otto posti letto, al civico 21 di viale Regina Elena in Camucia. All'inaugurazione erano presenti gli amministratori dei cinque Comuni della Valdichiana insieme agli operatori Asl e del territorio.
di Benito Chiarabolli

Anziani e donne in difficoltà: nuovi servizi in Valdichiana.
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento