Arezzo
stampa

Il vescovo: «Migone e i talenti a servizio della Chiesa».

Anche la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro piange la morte di Alberto Migone. «È stato un uomo del Concilio che ha messo i suoi talenti a servizio della Chiesa - spiega il vescovo, monsignor Gualtiero Bassetti -. E la Chiesa toscana è davvero grata alla missione e allo slancio che hanno segnato la vita di Alberto, amico sincero, uomo dal pensiero profetico e giornalista di grande lungimiranza». Il vescovo ricorda l'inizio del suo rapporto con Migone. «Ero ancora seminarista e lui veniva come giovane professorino a parlarci del Concilio». Poi il consolidamento di un'amicizia. «Vorrei ricordarlo anche per la sua passione educativa. Proprio in un periodo segnato dall'emergenza educativa, Alberto resta un modello per la predilezione che nutriva nei confronti della formazione come ha testimoniato nelle aule di scuola, fra le fila della Fuci e dell'Azione cattolica, e all'interno del panorama giornalistico toscano dove ha "allevato" più generazioni di giornalisti cattolici». Monsignor Bassetti ha partecipato al funerale di Migone che si è svolto nella basilica fiorentina della Santissima Annunziata. «La Voce di Arezzo-Cortona-Sansepolcro» si unisce al cordoglio per la scomparsa del nostro amato direttore.

Il vescovo: «Migone e i talenti a servizio della Chiesa».
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento