Arezzo
stampa

La diocesi e l'Africa: ecco la «Goccia d'oro».

Sarà la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro la protagonista della «Goccia d'oro», il premio al «merito della solidarietà» che viene assegnato ogni anno a Rapolano Terme. Tema di questa edizione della rassegna: l'Africa. L'evento si terrà sabato 14 giugno, a partire dalle 17.
A consegnare i riconoscimenti sono le numerose associazioni di pubblica assistenza di Rapolano, in provincia di Siena, che con i suoi 4800 abitanti può essere definita a buon diritto la «capitale» morale del volontariato in Italia, dato che il 70% della popolazione è composto da volontari (uno o due in ogni famiglia) che operano in due distinte istituzioni: la Misericordia e il gruppo donatori di sangue«Fratres» che, con i suoi mille iscritti, copre in parte le esigenze del Centro trasfusionale del policlinico universitario di Siena. Da diciassette anni, con l'amministrazione comunale, i volontari rapolanesi della Misericordia e dei donatori di sangue organizzano questo premio nazionale che si ispira al concetto secondo il quale c'è bisogno dell'apporto di tutti (di ogni goccia) per costruire una società più fraterna e solidale.
Da qualche anno il premio ha assunto un'impostazione tematica. Per il 2008 i rapolanesi hanno deciso di dedicare la Goccia d'Oro alla «solidarietà con l'Africa e con quanti si battono per la pari dignità dei popoli di questo continente». Per questo hanno deliberato di attribuirla alla diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro per la concretezza di interventi in favore delle popolazioni africane. Gli altri riconoscimenti andranno al Comune di Roma nella persona di Jean Leonard Touadi, assessore alla sicurezza di origini africane, e a padre Alex Zanotelli, nella qualità di storico direttore di «Nigrizia». Un premio speciale sarà quello alla memoria di Annalena Tonelli, la missionaria laica, nativa di Forlì, uccisa in Somalia in un ospedale da lei stessa fondato. Altri riconoscimenti sono destinati al comitato «Bici d'Italia For Burkina», alla agenzia giornalistica Misna, a John Baptist Onama, voce del dramma dei bambini soldato, e a Sidy Lamine Lo, esempio di integrazione solidarietà tra Europa e continente nero. Infine, due premi sono destinati all'associazione «Solidarietà in buone mani» in memoria di padre Arturo Buresti e alla Fondazione Fabrizio Meoni in memoria del motociclista di Castiglion Fiorentino. Il programma della manifestazione si aprirà alle 17, nella chiesa parrocchiale, con la S.Messa presieduta dal Vescovo, monsignor Gualtiero Bassetti. Subito dopo, in piazza Matteotti, la cerimonia di consegna delle «Gocce d'Oro» presentata da noti personaggi tv con una parentesi del coro Gospel «Voice of Freedom». Al termine, la cena per le vie del paese.

La diocesi e l'Africa: ecco la «Goccia d'oro».
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento