Arezzo
stampa

«La nostra storia» riscopre il dialetto borghese.

Per meglio comprendere il presente, si sa, è importante conoscere il nostro passato. A Sansepolcro sono molti i cittadini che hanno studiato e continuano a studiare i fatti e le vicende storiche che hanno avuto come palcoscenico la loro città. Per fare un nome, lo stesso primo cittadino, il professor Franco Polcri. Tra gli storici figurano anche ben noti personaggi religiosi, quale monsignor Ercole Agnoletti.
Ed è stato proprio un sacerdote, don Andrea Czortek, nei mesi scorsi, a curare un ciclo di conferenze proprio sulla storia di Sansepolcro. Questi incontri, riuniti sotto il familiare titolo «La nostra storia», hanno ottenuto molto successo tra la cittadinanza, interessando adulti ed anziani, più vicini alla tradizione storica del Borgo, ma anche un certo numero di giovani. A breve, «La nostra storia» ripartirà con il secondo ciclo di conferenze: giovedì 10 marzo si terrà il primo di cinque nuovi incontri sempre a cura di don Czortek. Saranno affrontati argomenti nuovi, in approfondimento a due temi generali: l'aspetto socio-economico - di cui tratterà la conferenza del 10 marzo, tenuta dal professor Ivo Biagianti dell'università degli studi di Siena - e l'ambito storico-culturale, soffermandosi anche su aspetti curiosi come la storia della lingua e del dialetto del Borgo - di cui si parlerà nell'ultimo incontro, giovedì 7 aprile. Le conferenze si terranno nel pomeriggio, alle 17.30, presso la sede del Circolo delle civiche stanze di Sansepolcro.
Alessandro Lastra

«La nostra storia» riscopre il dialetto borghese.
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento