Arezzo
stampa

Le associazioni si schierano a difesa della vita

Lorenzo Schoepflin, presidente di «Scienza & Vita Arezzo», Flora Gualdani, presidente dell'associazione «Casa Betlemme», Roberto Tiezzi, presidente dell'Mcl Arezzo, Marco Rossi, presidente dei Medici Cattolici di Arezzo, e Patrizia Berna, presidente del Centro di aiuto alla vita, scendono in campo in difesa dei nascituri e dicono «sì» all'appello lanciato dalla Pontificia Accademia.

Lorenzo Schoepflin, presidente di «Scienza & Vita Arezzo», Flora Gualdani, presidente dell'associazione «Casa Betlemme», Roberto Tiezzi, presidente dell'Mcl Arezzo, Marco Rossi, presidente dei Medici Cattolici di Arezzo, e Patrizia Berna, presidente del Centro di aiuto alla vita, scendono in campo in difesa dei nascituri e dicono «sì» all'appello lanciato dalla Pontificia Accademia. «Apprendiamo, a dire il vero senza alcuna sorpresa, che la parlamentare della Rosa nel Pugno Donatella Poretti, nostra concittadina, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze sulla dichiarazione finale dell'assemblea generale della Pontificia Accademia per la Vita». Prendendo atto delle «numerose difficoltà che la coscienza cristiana dei credenti incontra oggi nei suoi giudizi», non solo in ambito culturale ma anche a livello delle norme giuridiche vigenti, la Pontificia Accademia per la vita auspica l'«esercizio doveroso, di una coraggiosa obiezione di coscienza, da parte di medici, infermieri, farmacisti e personale amministrativo, giudici e parlamentari, ed altre figure professionali direttamente coinvolte nella tutela della vita umana individuale». «In tutto ciò - spiegano le associazioni aretine - l'onorevole Poretti ravvisa una “istigazione a violare le leggi” e “l'imposizione della propria scelta disobbediente sulla pelle di chi chiede il rispetto della legalità”. Innanzitutto ci preme ricordare che, in tema di vita nascente, in gioco c'è anche la pelle del nascituro, che viene messa a repentaglio da una mentalità secondo la quale la dittatura del desiderio, essa sì con connotati di prepotente imposizione, deve prevalere sulla ragionevolezza e sulla tutela del più debole. In secondo luogo crediamo che l'appello della Pontificia Accademia per la vita vada nella direzione di una più compiuta democrazia, preservando la libertà di pensiero e quella di esercizio concreto della propria coscienza nei propri ambiti di competenza». Ecco, quindi, la conclusione: ««Desideriamo dare il nostro totale sostegno alla dichiarazione della Pontificia Accademia per la vita, convinti che essa contribuisca al risveglio delle coscienze, opponendosi lecitamente al tentativo di rendere normali gli attentati alla vita che, con la cosiddetta “contraccezione di emergenza” (in realtà aborto vero e proprio), diventano sempre più numerosi e al contempo silenziosi».

Le associazioni si schierano a difesa della vita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento