Arezzo
stampa

Quattro testimoni di pace: le cittadinanze onorarie

Sabato 13 maggio, alle 9.30, la Sala dei Grandi del Provincia ospiterà la cerimonia di consegna della «Cittadinanza ideale onoraria della Provincia di Arezzo» a quattro testimoni della speranza e della pace. La prima testimone è Liliana Segre, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz che da anni ha scelto di raccontare ai giovani la pagina più nera del ventesimo secolo. Altra protagonista è Julia Dobrovolskaja, la traduttrice esule delle purghe staliniane e una delle grandi anime della Russia che ha intrecciato la sua vita con le pagine più laceranti della storia, dalla guerra di Spagna ai gulag, e con le pagine più vertiginose della letteratura russa. Terzo ospite Ismail Muhammad Khatib, il padre del bambino di 12 anni ucciso a Jenin, in Palestina, nel 2005 i cui organi sono stati donati a piccoli pazienti fra cui ci sarebbero stati anche bambini israeliani. Ultimo cittadino onorario è Selim Beslagic, il sindaco di Tuzla impegnato a mantenere la calma e uno sviluppo civile negli anni della guerra in Bosnia ed Erzegovina, tra il 1992 e il 1995. I riconoscimenti saranno consegnati dal presidente della Provincia, Vincenzo Ceccarelli.

Quattro testimoni di pace: le cittadinanze onorarie
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento