Firenze

L'Osservatore Toscano - Settimanale della Diocesi di Firenze
Redazione: Via della Colonna, 29 - 50121 Firenze
Tel.055/277661 Fax. 055/2776624 - firenze@toscanaoggi.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

In cerca di perle preziose»: continua in diocesi di Firenze l’iniziativa per raccontare le esperienze di fede e di Chiesa durante la pandemia. Pubblichiamo uno dei tanti contributi che stanno arrivando: è la testimonianza personale di una parrocchiana di Castelfiorentino. I contributi possono essere inviati a perlepreziose@diocesifirenze.it oppure caricati online all’indirizzo perlepreziose.diocesifirenze.it dove si può vedere anche il breve video che lancia l’iniziativa.

San Giovanni per tre, non solo nella condivisione di eventi culturali, ma anche nella memoria del patrono che accomuna Firenze, Genova e Torino. Nella festa del 24 giugno il cardinale Giuseppe Betori, il cardinale Angelo Bagnasco e monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, hanno firmato una lettera comune. A Firenze il messaggio è stato letto dal cardinale Betori al temine della Messa in cattedrale. Ecco il testo integrale.

«Sarà importante raccogliere tutte le esperienze positive emerse in questi ultimi mesi». E' l'invito del cardinale Betori alla diocesi di Firenze: a questo è finalizzata un’iniziativa di raccolta e di condivisione di esperienze e materiali prodotti in questi mesi. Il titolo è #incerca di perle preziose. I contributi possono essere inviati all'indirizzo perlepreziose@diocesifirenze.it oppure caricati sul form realizzato appositamente.

"Sono stati mesi difficili quelli che abbiamo dovuto vivere, in cui non è stato facile comporre esigenze diverse, a volte perfino contrastanti. E le difficoltà continuano a permanere. La chiave di lettura che di volta in volta ho cercato di offrirvi è stata quella di una prospettiva di equilibrio, che non intaccasse i principi, ma li collocasse nella concretezza delle situazioni». Così, nella lettera inviata oggi al clero, il cardinale Giuseppe Betori offre la sua lettura della situazione sociale e pastorale

Un’invocazione corale, per chi è stato colpito dal Covid, e per coloro che ancora soffrono – in Italia e nel mondo – a causa della pandemia e delle sue drammatiche conseguenze sociali ed economiche, si è levata dal chiostro di Santa Croce a Firenze. A pronunciarla i rappresentanti delle religioni di Abramo: ebrei, cristiani, musulmani.