Firenze
stampa

Giornata mondiale per la pace, Betori: la pace comincia dal prendersi cura gli uni degli altri

"C’è da scegliere: o isolarci, difenderci, erigere barriere mai del tutto impenetrabili, o prendere su di noi i problemi degli altri, impegnarsi per la cura soprattutto dei più deboli, per tenere insieme l’edificio del mondo". Lo ha detto l'Arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, nella Messa celebrata oggi in Cattedrale nella Solennità di Maria SS. Madre di Dio e Giornata Mondiale della Pace

Percorsi: Betori
Betori

Il contesto di pandemia in cui ci troviamo, ha affermato Betori, "mostra come solo nella condivisione e nella presa in carico dei più deboli possiamo intravedere una speranza di salvezza per tutti". Quello che stiamo affrontando, ha aggiunto, "rende evidente come siano estesi i legami tra gli uomini e tra noi e il creato, così che nessuno può pensare di isolare una regione dall’altra sulla terra, ma neanche un problema dall’altro, le malattie dalla fame e dalla guerra". Nella Giornata mondiale per la pace, ha sottolineato la necessità di "evitare che i punti fragili del tessuto delle società portino alla lacerazione che tutti travolge. La questione della pace è questione di tutti e comincia dal prendersi cura gli uni degli altri, perché nessuno resti indietro, sia escluso, ritenuto uno scarto".

Nel primo giorno dell’anno infatti, ha ricordato, "la Chiesa invita a celebrare la Giornata Mondiale della Pace, quest’anno la cinquantaquattresima, momento di riflessione e di preghiera per renderci consapevoli dei pericoli che minacciano la pace e individuare le strade da prendere per condividerla nel mondo". Ha fatto riferimento quindi alle parole di Papa Francesco che nel suo Messaggio, invita a far nostra la «cultura della cura per debellare la cultura dell’indifferenza, dello scarto, dello scontro, oggi spesso prevalente». Di qui il titolo della Giornata “La cultura della cura come percorso di pace”.

Giornata mondiale per la pace, Betori: la pace comincia dal prendersi cura gli uni degli altri
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento