Firenze
stampa

Il cardinale Betori a Istanbul: visita al patriarca Bartolomeo

L'Arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori si trova in questi giorni a Istanbul per una visita al patriarca di Costantinopoli, Bartolomeo: una visita che rientra nel contesto del dialogo ecumenico svolto dalla Chiesa fiorentina con le altre Chiese cristiane.

Percorsi: Betori - Ecumenismo
Il cardinale Betori a Istanbul: visita al patriarca Bartolomeo

Il card. Betori ricambia le due visite degli scorsi anni del patriarca a Firenze. Un modo per rinsaldare il legame di amicizia tra la Diocesi di Firenze e il Patriarcato di Costantinopoli, e ricambiare le visite ufficiali che Bartolomeo I ha fatto a Firenze nel 2006, quando fu ricevuto dal cardinale Antonelli, e nel 2015 quando si unì in preghiera con il cardinale Betori per la recita dei Vespri in Battistero. A Istanbul era già stato in visita, alcuni anni fa, il cardinale Piovanelli.

Nel programma del viaggio anche la visita alla Facoltà teologica di Chalki e a diversi luoghi di culto della Chiesa Ortodossa e dell'Islam. Ad accompagnare il cardinale Betori,
una delegazione che comprende il Vicario generale mons. Andrea Bellandi, il segretario don Roberto Gulino, il diacono Alessandro Bicchi e padre Nicola Papadoupolos, parroco della chiesa greco-ortodossa di Firenze.

L'incontro fra il card. Betori e Bartolomeo avviene alla vigilia dell'appuntamento domani a Bari dove il patriarca si recherà dopo aver raccolto l'invito del Papa a partecipare, insieme ai capi di Chiese e Comunità cristiane del Medio Oriente, all’incontro voluto da Francesco «per pregare e riflettere sulla tragica situazione che affligge tanti fratelli e sorelle di quella regione».

Il cardinale Betori a Istanbul: visita al patriarca Bartolomeo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento