Firenze
stampa

La Messa di mons. Bellandi alla Santissima Annunziata: «Sono qui per dire grazie»

«Un atto di gratitudine mi fa essere qui stasera». Sono le parole di monsignor Andrea Bellandi nella chiesa della Santissima Annunziata, nel suo ritorno a Firenze dopo l'ordinazione episcopale e l'inizio del suo ministero di arcivescovo a Salerno.

Bellandi

Bellandi ha espresso il suo grazie a Dio «per la mia famiglia, la vocazione, le tante persone che mi hanno accompagnato. Spero che continuiate a camminare con ne, aggiungendo i 500 km che ci separano da Salerno».

Gratitudine a Maria: «il mio sì ha preso ispirazione dal suo, ben più importante e decisivo». Grazie alla chiesa di Firenze: «al  suo pastore che è stato un padre in questi anni e in particolare in questi ultimi mesi. Molto hanno colto il suo delicato consegnare un figlio a una chiesa sorella». Non è mancato nell'omelia un ricordo dei cardinali Benelli, Piovanelli, Antonelli. «La Chiesa di Firenze - ha aggiunto - è stata la mia famiglia e continua ad esserlo, seppure in forma diversa». E il ringraziamento ai confratelli sacerdoti è stato segnato da un momento di commozione. Bellandi ha detto anche Il suo grazie a don Giussani, fondatore del movimento di comunione e liberazione: senza la sua testimonianza, ha detto,  non sarei quello che sono, da lui ho imparato che la fede è il compimento dell'umano. Una preghiera, infine, a Maria, per imparare da lei la coscienza della propria umiltà, del proprio essere niente nelle mani di Dio.

La Messa di mons. Bellandi alla Santissima Annunziata: «Sono qui per dire grazie»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento