Firenze
stampa

Preservativi gratis ai ragazzi in discoteca: fuorviante e scientificamente scorretto

Preservativi gratuiti e materiale informativo sulle malattie sessualmente trasmissibili vengono distribuiti, dall’11 gennaio, ogni venerdì sera, alla discoteca El pavo real all’Antella, nel comune di Bagno a Ripoli (Firenze) nell'ambito di un progetto di educazione sessuale e di prevenzione. Il commento del presidente del Centri di Aiuto alla Vita di Firenze Angelo Passaleva

Percorsi: Giovani - Sessualità

È certamente cosa «buona e giusta» l’educazione dei giovani alla sessualità. È un settore dell’esperienza umana che richiede un approccio complesso e delicato che, accanto agli aspetti informativi, richiede anche riflessioni sul concetto di responsabilità nell’uso della libertà soprattutto  in merito al rispetto della pari dignità di ogni persona. Ma richiede anche approfondimenti relativi agli aspetti psicologici nella genesi dei sentimenti umani e in particolare sul senso più profondo e vero dell’amore come capacità di dono e di accoglienza senza riserve. La scorciatoia di introdurre un programma di «educazione alla sessualità» con la distribuzione gratuita di «preservativi» all’ingresso di una discoteca, accompagnati dallo slogan (peraltro alquanto scurrile e allusivo). «Mettitelo in testa, ti aiuta a prevenire malattie sessualmente trasmissibili» e da un «dépliant informativo», mi pare fuorviante e scientificamente scorretto. Fuorviante perché, almeno in partenza, sembra ridurre l’educazione alla sessualità alla sola prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili ed alla contraccezione. Si legge infatti nel comunicato dell’Amministrazione Comunale che il Sindaco in persona insieme alla  Vicesindaca con delega alle politiche sociali, per inaugurare il progetto di «educazione alla sessualità» distribuirà il suddetto materiale. Scorretto scientificamente perché è dimostrato con dati  statistici che non sempre il «condom» previene il contagio da AIDS  e talvolta fallisce anche come contracettivo. Per inciso va inoltre detto che la mentalità contracettiva non riduce la frequenza di aborti volontari: quando il contracettivo fallisce….
Ben vengano, dunque, veri progetti educativi, ma non riduciamoli alla sola prevenzione delle gravidanze o delle malattie sessualmente trasmissibili. Il sesso senza Amore non raramente trasforma l’altro/a in semplice oggetto. Quando non attrae più, si scarta o, se non più disponibile, si aggredisce.. Mi piace, ma non vuole? Cerco di costringere, anche con la violenza. È a pagamento? Si dà un prezzo, proprio come quando si compra una merce. Lo fa per bisogno? Chi se ne infischia: anche il macellaio vende carne per campare. Poi ci chiediamo perché continua ad aumentare la violenza contro la donna. Per caso non sarà anche, ma non soltanto ovviamente, perché abbiamo ridotto la sessualità ad un semplice impulso da soddisfare comunque... purché si usi il preservativo?

Preservativi gratis ai ragazzi in discoteca: fuorviante e scientificamente scorretto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento