Firenze
stampa

Visita del Papa a Barbiana, Betori: «Custodiamo l'eredità di don Milani»

«Come clero fiorentino ci sentiamo particolarmente onorati dalla decisione del Papa e dobbiamo sentire rafforzata la nostra responsabilità nel custodire in modo fedele e creativo l’eredità che don Milani e, con lui, tutti i protagonisti del cattolicesimo fiorentino della metà del Novecento ci hanno lasciato. È un’eredità che chiama a un serio radicamento nella fede e nella vita spirituale, a una comprensione sempre più profonda del legame del Vangelo con la storia, a una compromissione senza riserve per i fratelli, specialmente per quanti soffrono». Lo ha affermato il cardinale Giuseppe Betori durante l'assemblea diocesana del clero a Monte Senario.

Visita del Papa a Barbiana, Betori: «Custodiamo l'eredità di don Milani»

«Di tutto questo - ha spiegato Betori - vogliamo fare memoria non solo il prossimo 20 giugno con il Papa, ma poi anche il 26 giugno, giorno anniversario della morte di don Lorenzo, nella Messa che celebrerò a Barbiana. Alla visita del Papa, che sarà visita privata e quindi si svolgerà – come recita la lettera della Prefettura della Casa Pontificia – "in una forma riservata e non ufficiale, senza la presenza di Autorità civili e militari", secondo quanto voluto dal Papa, potranno partecipare solo "i discepoli di Don Milani ancora viventi", "un gruppo di sacerdoti della Diocesi" e "alcuni ragazzi ospiti di case-famiglia". Preso atto che gli spazi a Barbiana sono molto ristretti e quindi non è possibile portare lì più di una trentina di sacerdoti, d’intesa con i collaboratori del Papa ho invitato per il giorno 20 i sacerdoti che sono stati nel nostro Seminario insieme a don Milani (ne saranno presenti una decina), i preti ordinati negli ultimi cinque anni (altri quindici circa) e due seminaristi, i parroci delle parrocchie in cui don Milani ha esercitato il suo ministero e un sacerdote attivo pastoralmente nel territorio vicino a Barbiana negli anni sessanta. Insomma, davanti al Papa ho voluto fosse rappresentato il clero del tempo di don Milani e il futuro del nostro presbiterio, perché la sua parola possa illuminare la memoria e la speranza».

Betori ha anche invitato tutti i sacerdoti «a concelebrare con me l’Eucaristia il 26 giugno alle ore 16.00 sul piazzale antistante la chiesa di Barbiana. Sarà un segno di come i preti di oggi si sentono vicini all’esperienza di don Lorenzo Milani e lo considerano una delle figure più significative della storia del nostro presbiterio».

Visita del Papa a Barbiana, Betori: «Custodiamo l'eredità di don Milani»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento